Basket

ALE ROSSI: “CONTRO SIENA SARA’ UNA BATTAGLIA DURISSIMA DA VINCERE”.

  • 1/1

RIETI – Domenica 20 Gennaio la Zeus NPC Rieti torna al PalaSojourner per contendere il successo alla On Sharing Mens Sana Siena in una gara valida quale 17esima del campionato di serie A2, raggruppamento Ovest. Rieti e Siena si offrono a questo secondo scontro diretto stagionale in posizioni di classifica ben distinte: la Zeus, reduce dall’aver espugnato il parquet di Biella, vanta 20 punti; i toscani, che devono scontare pure una penalizzazione, di punti ne hanno “soltanto” 13. La gara di andata si concluse col successo della On Sharing, ma dopo un overtime (87-84), con la NPC brava a condurre quasi tutto il match, salvo farsi raggiungere giusti negli istanti finali della contesa. La gara contro Siena fu la prima di 4 partite esterne (Siena appunto, poi Legnano, Leonis Roma e Agrigento) che Rieti avrebbe meritato ampiamente di vincere, ma dalle quali è uscita purtroppo sconfitta. Siena, almeno sulla carta, non è squadra idonea a compiere imprese altisonanti lontano dal PalaEstra. I toscani hanno vinto soltanto in due occasioni lontano dalle mura amiche: la prima giornata a Tortona (77-78), poi a Cassino (59-76). Nelle ultime sei partite del calendario (dal 12 Dicembre ad oggi) i toscani si sono imposti unicamente contro la Rinnovabili Agrigento, all’ombra del Mangia, incassando ben 5 sconfitte. La punta di diamante del team allenato da Paolo Moretti è Carlos Morais, giocatore eclettico da 16.2 ppg col 38% dall’arco, 5.8 rimbalzi e 3.2 assist. L’altro statunitense, A.J. Pacher, non è da meno con 14.1 ppg e 6.9 rimbalzi. Sotto le plance, ma non soltanto, giganteggia Mitchell Poletti che porta alla causa 13.4 ppg e 5.8 rimbalzi, con buone percentuali dall’arco. Il playmaker è Tommaso Marino che dopo alcuni anni di esilio è tornato a giocare a Siena. Marino realizza 8.6 ppg con buone percentuali e 2.9 assist. L’esterno Roberto Prandin, reduce dalla promozione in Lega A, colta lo scorso anno con Trieste, è giocatore esperto ed affidabile (5.7 ppg) al pari dell’ala piccola Alex Ranuzzi (4.9 ppg). Il cambio di Poletti è Lupusor (5.6 ppg e 3 rimbalzi). Completano l’organico gli ottimi Giacomo Sanguinetti (6.3 ppg) e Todor Radonjic (4.1 ppg). “Siena ha avuto una piccola flessione nell’ultimo mese, dopo essere stata per quasi tutto il girone di andata una tra le migliori squadre – dice il coach della Zeus Energy Group, Alessandro Rossi – La loro pericolosità perimetrale è notevole. Tutti possono tirare da tre, anche e soprattutto i lunghi. A queste virtù offensive, abbinano un grande tatticismo difensivo. Il fatto che non stiano attraversando un periodo particolarmente brillante mi preoccupa e non poco”. La NPC ha vissuto una settimana di lavoro in palesgtra tutto sommato tranquilla. “Ci siamo allenati nella norma – dice Rossi – adesso stiamo cercando di mettere a punto i dettagli per la partita”. Rieti ha avuto ancora una tegola sulla testa in quanto mercoledì, durante l’allenamento, Simone Tomasini ha subito l’ennesima scavigliata di questa stagione che, di certo, non sarà ricordata come particolarmente fortunata per quanto concerne gli accidenti che hanno colpito gli atleti della Zeus. L’auspicio è che domenica, contro l’ostica Siena, Tomasini sia comunque in grado di dare un buon contributo alla squadra. Diversamente Rieti sarà nuovamente in emergenza. (Valerio Pasquetti)

Potrebbe interessarti anche