Sport

BIKE TRIAL, DEBUTTO VINCENTE PER IL GIOVANE DIEGO CRESCENZI A BRESCIA

DIEGO CRESCENZI A BRESCIA

“Quest’anno voglio partecipare nella difficile categoria Junior di Bike Trial anche se non ho l’età……”
Con queste parole è cominciata la stagione agonistica nazionale per il giovanissimo reatino Diego Crescenzi e la sua bike Monty M5OS. Domenica scorsa a Piancogno nel bresciano la società Dynamic Trial presieduta da Roberto Mazzola, ha organizzato la prima tappa del Campionato Nazionale Uisp. La competizione si è tenuta all’interno del bike park ideato qualche anno fa da Silvano Bonomelli attuale allenatore di tantissimi giovanissimi locali. Sei le zone controllate formate in gran parte da tronchi, tubi, assi e pietre. Diego concludeva il primo giro a zero penalità. Incredibile ma vero! Il secondo lo iniziava invece con un “fiasco” alla prima zona e poi a seguire uno zero dopo l’altro come un rullo compressore. A cambiare tutto per il terzo ed ultimo giro di gara è stata la forte e violenta pioggia che si è abbattuta sui riders rimasti in gara. Il percorso è diventato inevitabilmente molto pericoloso in quanto molto scivoloso e bisognava stare molto attenti anche per via dello scarso funzionamento dei freni delle bici ormai troppo bagnati. Tante infatti le rovinose cadute a terra da parte di tanti riders. 17 le penalità per il reatino e quindi 22 in totale. Alle sue spalle si piazzava il locale Luca Giorgi con 50 penalità e il bergamasco Paolo Locatelli con 53.
“Non credevo di girare a zero al primo giro ed invece ci sono riuscito. La forte pioggia al terzo giro ci ha penalizzato molto. E’ diventato improvvisamente tutto molto pericoloso. I freni molto bagnati non rispondevano più… Non ho mollato, ho rischiato ed è andata bene! Bravi anche i miei diretti avversari. Voglio dedicare questa vittoria alla Uisp Rieti e al Presidente Claudio Fovi.”
Nutrita la partecipazione dei riders reatini alla competizione bresciana: Lorenzo Pettine, Fabio Crescenzi, Nicolò Mariani, Simone Della Rocca ed Edoardo Perugini in categorie non competitive. Samuele Edoardini, Alessandro Faraglia e Jacopo Angelucci nella Benjamin ed Expert.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*