Sport

LILT E PREVENZIONE ONCOLOGICA NELLO SPORT

La necessità di una sempre più ampia conoscenza dell’importanza della Prevenzione oncologica negli ambienti sportivi è stata confermato dalla LILT (Lega italiana per la lotta contro i tumori) Sezione provinciale di Reti che, dopo l’accordo raggiunto con il referente Paolo Ferri molto sensibile all’argomento, è stata presente con i propri rappresentanti alla Terminillo Marathon sia come partecipanti (Gianni Brunelli, classificatosi al sesto posto) sia come propagandisti (Franco Scipioni) per la distribuzione di materiale illustrativo e raccolta di iscrizioni.

Alla Terminillo Marathon hanno partecipato ben 700 ciclisti che hanno coperto un percorso bellissimo da Leonessa a Cittareale quindi ritorno a Vallonina e salita al Terminillo con arrivo s Pian De Valli.

“Abbiamo trovato grande apertura con Carlo Ferri e l’intera dirigenza della Maratona – spiega Gianni Brunelli – che troverà altri sviluppi nel corso delle prossime iniziative. Va tenuto conto che con il Circuito Fantabici sono state già disputate numerose corse nell’Italia Centrale.

“Abbiamo trovata molta comprensione tra gli sportivi – aggiunge Franco Scipioni – anche per l’impegno che sta ponendo la Lilt per contrastare l’insorgenza dei tumori di specifico genere maschile. Molte sono state le iscrizioni raccolte, tenendo conto che la nostra Associazione assicura, tramite il laboratorio Igea, esame gratuito del PSA. E altre iniziative seguiranno”.

Potrebbe interessarti anche