Altre Notizie

POGGIO MIRTETO, RECUPERO CENTRO STORICO: ECCO IL PROGETTO VINCITORE

myllennium

“Si è conclusO ieri sera il MYllennium Award nella sede dell’accademia di Francia a Roma, presso villa Medici, che HA premiaTO il miglior progetto di recupero urbano e architettonico del centro storico di Poggio Mirteto.
Grazie a un protocollo d’intesa tra il Gruppo Barletta s.p.a. (ideatore del bando) e l’amministrazione comunale ci si impegna a realizzare il progetto vincitore.

Il team, composto da architetti e ingegneri (arc. Claudia De Antonis, arc. Marianna Fagiani, arc. Franco Orsini e l’ing. Matteo Poce) affronta il tema della cura e della riqualificazione dell’edilizia storica, mettendo insieme sensibilità e competenze diverse.

Il progetto vincitore si pone come obiettivo la creazione di un percorso ciclo-pedonale con valenza storico-artistica a partire dalla porta di accesso del centro storico del paese (porta Farnese), che funga da elemento di connessione di tutta l’area in esame.

Una simbiosi tra architettura dello spazio e promozione territoriale pensato attraverso un sistema di comunicazione e servizi atti a promuovere e valorizzare la fruizione del centro storico di Poggio Mirteto da parte di residenti e turisti.
Un vero e proprio itinerario culturale, pensato come un “percorso nella storia” di uno dei centri storici di maggior rilievo della Sabina, da tempo abbandonato a se stesso e poco considerato anche dalla popolazione locale.
Il percorso risulta scandito da una “linea Temporale” (ben riconoscibile sulla pavimentazione delle piazze) che funge da collegamento tra le stesse e intende far conoscere e percorrere a turisti e cittadini la storia della nascita del centro storico a ritroso in un arco temporale che va dal 1610 al 1250.

Ciò che uniforma l’intero percorso e il collegamento tra le piazze è ancora una volta il trattamento del suolo, tutte e tre le piazze vengono ridisegnate secondo una reticolato che le accomuna e risultando materialmente congiunte da una fascia di colorazione scuro che rompe i tracciati e collega i punti informativi guidando il visitatore alla scoperta nel cuore di Poggio Mirteto.”

Potrebbe interessarti anche

Lascia una risposta

Your email address will not be published.

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>