Cultura e Spettacolo

RITRATTI DI DONNE SABINE: LA CANTANTE STEFANIA SANNA

SONY DSC

Una bella storia che arriva da Borgo Quinzio

Stefania Sanna è una donna sabina, forte e coraggiosa, che vive a Borgo Quinzio frazione del comune di Fara in Sabina, e lotta ogni giorno per non sacrificare ai suoi faticosi compiti di mamma e d’impiegata pendolare una grande passione, quella di cantante. Forse pochi concittadini e vicini di casa sono a conoscenza del fatto che Stefania Sanna ha avuto di recente successo partecipando alla trasmissione di Rai Uno, condotta dalla bravissima Antonella Clerici “Standing Ovation”.

Cantare è la grande passione di Stefania che già a 13 anni, in Belgio dove la sua famiglia si era trasferita per cercare lavoro, fu “fulminata” dalla visione del film Grease con John Travolta e Olivia Newton John, la ballerina cantante che stregò la piccola spingendola ad intraprendere la difficile vita dello spettacolo, sempre più affollata. Stefania Sanna ama il pop e il funky jazz e il suo sogno nel cassetto sarebbe quello di duettare un giorno proprio con la grande Olivia Newton John, anche se l’attrice e famosa cantante australiana è ormai settantenne e purtroppo malata.

La nostra cantante di Borgo Quinzio inizia a fare spettacolo in Belgio, in lingua francese, partecipando a eventi e facendo parte di un coro. Poi la famiglia decide di tornare a casa e Stefania inizia così a cantare in francese e in italiano nel nostro paese. Nel 2008 entra a far parte del coro “The free voices in love”, diretto dalla vocal coach  Elsa Baldini, una delle voci soul e blues più note nella capitale.

Con il coro Stefania si esibisce anche da solista in varie manifestazioni canore a Roma e in provincia e presso il Fonclea di Roma. Nel 2012 la grande svolta con la partecipazione a X Factor Italia e al concorso canoro Star Music Festival. Nel 2013 la partecipazione al Limatola Festival e al Premio Poggio Bustone. Figli e lavoro permettendo, si esibisce in quegli anni in alcuni noti locali di Roma e provincia. Nel 2015 arriva in semifinale al Video Festival Live e partecipa nel 2015 e nel 2016 alla kermesse artistica Arterie. Intanto proseguono le esibizioni nei più noti locali della capitale.

Nel 2017 il successo arriva con l’invito della Rai a partecipare al programma Standing Ovation, dove si esibisce con la figlia, la piccola Angelica, ottenendo il riconoscimento nazionale che ancora le mancava. Le sue doti artistiche vengono notate da grandissimi interpreti della canzone italiana quali Albano e Romina, Nek e Loredana Berté. Quest’ultima esperienza segna una profonda svolta a livello artistico e professionale, avvicinando Stefania a generi musicali più popolari con l’apprendimento delle tecniche necessarie per l’esibizione in diretta in un programma televisivo nazionale.

Quest’anno la cantante Stefania Sanna ha prodotto e realizzato in proprio il suo primo disco con la canzone Tu es fou, in lingua francese, che è possibile ascoltare anche su YouTube, dove ha raccolto migliaia di visualizzazioni. Il prossimo traguardo della nostra artista sabina è la partecipazione a una delle più importanti selezioni nazionali, quella della trasmissione Mediaset “Tu si que vales”.

Il racconto della vita di Stefania Sanna ci conferma che siamo di fronte a una persona forte perché, come tante donne sabine, non solo deve conciliare il ruolo di mamma di due ragazzi e quello di lavoratrice pendolare, ma deve provare ogni giorno a non far morire la sua grande passione.

Una mamma che prova a trasmettere ai propri figli la voglia di lottare e di essere vivi nonostante le difficoltà anche economiche della vita. Una donna che ha voluto dedicare le sue canzoni a tutte le donne che hanno avuto amori sbagliati, alle quali Stefania Sanna fa appello affinchè non si lascino sopraffare, affinché contino solo sulle proprie forze e non lascino cadere i propri sogni e le proprie passioni.

 

di: Giuseppe Manzo

Potrebbe interessarti anche