ALZHEIMER, IN ARRIVO GEOLOCALIZZATORI

Feb 27, 2017 | Altre Notizie | 0 commenti

Migliora la qualità di vita dei malati di Alzheimer e delle
> loro famiglie.
> Parte il progetto della durata di un anno.
> L’associazione  AMAR predispone anche
> “braccialetti” geolocalizzatori grazie
> al finanziamento promosso dalla Fondazione Varrone.
> Per la prevenzione previsto uno studio tra le Università di
> Rieti, Verona
> Perugia.
>
>
>
> Diventa operativo il Bando promosso dalla Fondazione Varrone
> a favore dei
> malati di Alzheimer.
> L’Associazione malattia Alzheimer di Rieti ( AMAR) a
> distanza di alcuni mesi
> dall’ aggiudicazione del Bando, tramite la sua Presidente
> la dott.ssa
> Andreina Ciogli ha illustrato le attività che stanno
> mettendo in campo
> grazie al contributo di 40 mila euro previsto dal Bando.
>
> Si tratta di un progetto della durata di un anno, a partire
> da gennaio 2017
> e si svolge nell’ambito della provincia di Rieti dove sono
> presenti circa
> 3300 persone affette da Alzheimer o altri tipi di demenza.
> Il progetto si
> suddivide in tre parti;  una prevede un corso
> d’informazione e formazione
> per 15 nuclei familiari, supporto psicologico e assistenza
> domiciliare, una
> seconda parte include l’acquisto di 10 braccialetti
> geolocalizzatori
> indispensabili soprattutto nella prime fasi della malattia e
> una terza parte
> dedicata alla prevenzione.
>
> “Una delle fonti di preoccupazioni con i malati di
> Alzheimer in queste fasi,
> è il cosiddetto “wandering” cioè il vagabondare, il
> perdersi anche in zone
> prima perfettamente familiari – spiega la Dott.ssa Ciogli
> –  Sono molto
> frequenti i casi di chiamate disperate alla polizia, con la
> quale
> l’associazione ha fatto un accordo,  per i casi in
> cui un paziente risulta
> disperso, e altrettanti i casi di cadute con lesioni o
> escoriazioni”.
>
> Una soluzione è dotare il paziente di un apparecchio
> tracciatore che,
> attraverso il segnale satellitare GPS, invia su richiesta
> del
> famigliare/controllore un SMS con la posizione esatta del
> paziente, in tempo
> reale. Questo SMS contiene i dati della posizione che il
> famigliare/controllore può vedere graficamente su una mappa
> sul proprio
> smartphone, tablet o computer di casa.
>
> Questi apparecchi geolocalizzatori consentono al malato di
> vivere la
> quotidianità in autonomia con una migliore qualità della
> propria vita e di
> quella dei familiari.
>
> La dott.ssa Ciogli inoltre, alla luce della grande
> diffusione della malattia
> nel territorio reatino caratterizzato da un’altissima
> presenza di
> ultrasessantacinquenni, ha annunciato anche un interessante
> progetto di
> prevenzione legato allo stile di vita e all’attività
> motoria grazie ad uno
> studio sperimentale portato avanti dal Corso di Laurea in
> Fisioterapia che
> mette in sinergia le Università di Rieti, Verona e Perugia.
> Si tratta di una
> specifica attività fisica che avrebbe un  impatto
> molto positivo nel
> prevenire alcuni tipi di malattie tra cui l’Alzheimer.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi