Altre Notizie

AREA RIETI, “NO AL REFERENDUM” PER DIFENDERE L’IDENTITA’ DEL POPOLO ITALIANO

I dati ISTAT 2015 mettono paura: 107.000 emigrati all’estero, per la maggior parte sotto i 30 anni, a fronte 158.000 immigrati arrivati con i barconi. E sono i dati dell’anno scorso, se consideriamo che solo in questo fine settimana la guardia costiera è andata a prendere sulle coste libiche oltre 11.000 disperati, è facile pensare che i dati di quest’anno saranno ancora maggiori. Aggiungiamo il calo delle nascite, e siamo di fronte ad una vera e propria sostituzione etnica del popolo italiano. Etnica e sociale: emigrano laureati, entrano disperati privi di qualsivoglia cultura o coscienza sociale. Schiavi perfetti per il turbo liberismo voluto dalle elitè che governano Bruxelles . E mentre nel resto d’Europa, dalla Gran Bretagna alla Svizzera, dall’Austria all’Ungheria si impone il principio prima i nostri, Renzi obbliga le scuole a glorificare la cultura dell’immigrazione felice, continuando ad utilizzare la nostra marina come traghetto per i migranti. Se il popolo italiano non troverà la forza di ribellarsi a questa situazione, che non è frutto del destino ma una precisa volontà politica, molto presto sarà cancellato, sostituito da una marmellata etnica priva di identità. Non ci si può ricordare di essere popolo solo in occasione dei disastri naturali, esistono terremoti sociali che vanno affrontati con la stessa determinazione. Anche per questo Area Rieti voterà No al referendum, fosse solo per bloccare i servi delle multinazionali che governano questo paese da troppo tempo

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*