Sport

Arieti Rugby sfida l’Avezzano

Convocazione al completo per la partita di domani, alle 14:30, con l’Avezzano Rugby. L’obiettivo, come sottolineato dal tecnico, è quello di vincere tutte le partite anche se quella di domani sarà probabilmente, quella più complicata. Gli Amarantocelesti sfidano la prima in classifica e vogliono rifarsi della sconfitta subita all’andata.

Incentivo a dare qualcosa di più saranno i festeggiamenti del cinquantenario che porteranno allo Stadio Fulvio Iacoboni, tutti i giocatori, molti stranieri, che hanno fatto parte della storia del Club.
“Anche in occasione del venticinquennale eravamo retrocessi e siamo riusciti subito nell’impresa di fare un veloce passaggio di serie. Anche per questo anniversario ci troviamo nella stessa situazione, e spero che come in quel caso, la risalita sia il più veloce possibile”, così Alessandro Turetta ci ricorda il momento di festa che stiamo vivendo e che sarebbe bello coronare con una vittoria. Per questo sono stati convocati tutti i ragazzi, il sostegno del gruppo è fondamentale. Saranno presenti, anche se non giocheranno , gli infortunati Torda, fermo per un problema alla spalla, Pacifici, reduce dall’infortuni della settimana scorsa e Pelagalli.

In queste settimane abbiamo visto ottimi miglioramenti nella squadra ed il tecnico spera di vedere ancora una volta il buon gioco dei 3/4. Ma i 3/4, come ha ricordato Turetta, possono giocare bene solo se il pacchetto di mischia riesce a fare un buon lavoro. Una mischie che domani dimostrerà se i miglioramenti, visti nella partita con il Gran Sasso, sono reali o dovuti ad un deficit degli avversari.

Non rimane che ricordare l’appuntamento allo stadio Fulvio Iacoboni, domenica 7 alle 14:30, per sostenere gli Arieti e festeggiare i 50 anni del Rugby reatino.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*