Basket, Sport

Aruotalibera ancora ferma al palo

Non riesce l’impresa alla Aruotalibera Solsonica Cariri Rieti, superata sul parquet di Sassari dalla Anmic per 73-51. Dopo cinque giornate, la formazione amarantoceleste rimane così ancora a zero punti, ultima in classifica insieme a Torino. Segnali di ripresa, comunque, per Scagnoli e compagni in una gara condizionata da un primo quarto disastroso. La Aruotalibera, priva all’ultimo minuto di Erdogan, infortunatosi in allenamento venerdì, entra in campo contratta, sbaglia ripetutamente al tiro in attacco e concede troppo in difesa. Sassari ne approfitta e chiude agevolmente il primo periodo addirittura sopra di 22 (28-6). La strigliata di coach Jayaratne dà subito i suoi frutti e Rieti torna in campo più determinata riuscendo a chiudere il tempo in sostanziale equilibrio, senza comunque ricucire lo strappo (38-17). Al ritorno dal riposo lungo, la musica non cambia con i locali che controllano e gli ospiti che iniziano anche a giocare un buon basket (54-33). Nell’ultima frazione di gioco Rieti, nonostante capitan Ahmadi abbia le polveri bagnate, riesce a trovare punti importanti dalla panchina ma ormai non c’è più nulla da fare e Sassari vince 73-51.  “Abbiamo buttato via la partita nei primi dieci minuti– afferma il dirigente della Aruotalibera, Paolo Boncompagni – regalando letteralmente il primo quarto ai nostri avversari. Di fronte avevamo, comunque, una delle formazioni più forti d’Italia e sono contento della reazione dei ragazzi. Dopo le ultime due bruttissime partite, ho visto una buona risposta da parte di tutta la squadra e questo è molto importante per superare questo difficile momento”.

A RUOTA LIBERA RIETI: Scagnoli 6, Nulens 6, Podnieks, Boccacci 4, Ahmadi 8, Rasa, Bandura 21, Caiazzo 6. All. Jayaratne

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*