Altre Notizie

Battaglia sulle sagre

Record di sagre in Sabina: peccato che il 90% degli appuntamenti sono manifestazioni gastronomiche disorganizzate dove gli unici a guadagnarci sono i comitati che le allestiscono.

In merito alla problematica evidenziata dagli operatori del settore sulla proliferazione di sagre nel nostro territorio, è intervenuta anche l’Ascom-Confcommercio.

“Vogliamo esprimere il nostro parere. Lo svolgimento di sagre organizzate dalle Pro Loco per la promozione del territorio e dei prodotti tipici sono da condividere e da sostenere da parte delle Istituzioni pubbliche e private anche perché eventuali proventi regolarmente appostati vengono poi utilizzati per finalità socio economiche benemerite. Chiariamo così in modo definitivo che non esistono contrasti tra Confcommercio e Pro Loco  anzi sussistono spesso e vanno incrementati positivi rapporti di collaborazione.     Quello che si vuole invece contrastare in modo deciso è l’organizzazione di stand gastronomici da parte di comitati e di Associazioni che non hanno alcuna finalità promozionale e di sviluppo del territorio e che sottraggono alle imprese della ristorazione e dei servizi rilevanti quote di mercato senza nulla dover giustificare al fisco. Tale circostanza è ancora più grave in un periodo di massima attenzione da parte del fisco sulle imprese che si sentono giustamente trattate in modo iniquo rispetto a coloro che con qualche giorno di sagra incamerano esentasse quanto probabilmente ricavano onestamente e con tanti sacrifici nell’arco di un anno i titolari delle imprese di somministrazione”.

Purtroppo mancano i controlli “veri” su queste iniziative.

“Tali deviazioni devono essere contrastate immediatamente in primis dai Comuni che non dovrebbero concedere autorizzazioni temporanee per la somministrazione a manifestazioni che non hanno l’obbligo di rendicontare i risultati economici; in secondo luogo dagli organi di controllo istituzionali che dovrebbero accertare la corretta contabilizzazione dei proventi e garantire il rigoroso rispetto delle norme igienico-sanitarie “.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*