CARABINIERI. ANCHE A RIETI IL FRANCOBOLLO DEL GENERALE DALLA CHIESA

Ott 22, 2020 | Altre Notizie | 0 commenti

Disponibile anche a Rieti il francobollo appartenente alla serie tematica “il Senso civico” dedicato al Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, nel centenario della nascita.
Il francobollo, emesso dal Ministero dello Sviluppo economico il 27.09.2020, è stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A. con una tiratura di quattrocentomila esemplari relativo al valore della tariffa B.
La vignetta, della bozzettista Maria Carmela Perrini, raffigura un ritratto del Generale dei Carabinieri Carlo Alberto Dalla Chiesa in primo piano su uno scorcio di Saluzzo, sua città natale, che focalizza l’Antico Palazzo Comunale e l’attigua Torre Civica; suggella la vignetta, in alto a sinistra una fascia tricolore. Completano il francobollo la legenda “GEN CARLO ALBERTO DALLA CHIESA”, le date “1920-1982” la scritta “ITALIA” e l’indicazione tariffaria “B”. Foglio: ventotto esemplari.
Carlo Alberto Dalla Chiesa nacque a Saluzzo il 27 settembre 1920. Figlio di un Capitano dei Reali Carabinieri in servizio nella cittadina subalpina, dove trascorse i primi cinque anni della sua vita.
Iniziata la carriera militare nel 1941 quale sottotenente di fanteria, entrò a far parte dell’Arma nel 1942 .
Dopo l’armistizio non esitò a schierarsi nelle file della Resistenza e dal giugno 1944 ricoprì importanti incarichi nella Roma appena liberata.
La carriera all’interno dell’Arma dei Carabinieri lo vide agire in diversi luoghi del Paese, permettendogli di maturare quell’esperienza che gli fu fondamentale quando fu protagonista, negli anni ’70, della lotta contro le Brigate Rosse, e ancor di più quando, dal 1982, venne nominato Prefetto di Palermo.
Continuava così la sua lotta contro la mafia, compito nel quale già aveva ben meritato due volte: la prima nel 1949-’50 allorché partì volontario per la Sicilia insanguinata dalle cosche e dal bandito Giuliano; la seconda per il lungo periodo (1966-1973) trascorso al comando della Legione Carabinieri di Palermo, quando gettò le basi per una conoscenza sistematica del fenomeno mafioso e denunciò nei suoi rapporti alla Commissione parlamentare antimafia le collusioni tra mafia e politica.
Il 3 settembre 1982, pochi mesi dopo il ritorno in Sicilia e la nomina a Prefetto di Palermo fu assassinato da un commando mafioso a Palermo; morirono assieme a lui la moglie Emanuela Setti Carraro e l’agente di scorta.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi