CONFARTIGIANATO A SOSTEGNO DEI PAESI DI MONTAGNA: “LA POLITICA CI ASCOLTI”

Apr 27, 2024 | Ambiente | 0 commenti

Rieti ha ospitato, nella giornata del 23 aprile, il secondo appuntamento del ciclo di eventi previsto dal progetto “Montagna Futura” di Confartigianato Imprese. Nella sala conferenze della Camera di Commercio, ha avuto luogo il convegno “Il futuro delle aree interne. Ri-abitare la montagna per un’economia a misura d’uomo”, realizzato da Confartigianato Imprese Rieti, in collaborazione con Confartigianato Imprese Lazio, sotto l’egida progettuale di Confartigianato nazionale. L’evento è stato moderato dal giornalista Paolo Di Lorenzo e ha registrato un’affluenza importante di partecipanti. Tanti Sindaci, rappresentanti degli enti locali, colleghi delle Associazioni e appassionati di montagna non hanno voluto mancare a questo appuntamento.

“Siamo davvero felici di contribuire alla riflessione stimolata dal progetto ‘Montagna Futura’ – ha affermato in apertura il Presidente di Confartigianato Imprese Rieti, Franco Lodovici – Un percorso itinerante che vuole dare voce ai territori montani. La montagna non è morta, è più viva che mai, attende solo di essere trattata come merita, riconoscendone le peculiarità e incentivando chi vuole restare, vivere e lavorare in montagna”.

Dopo i saluti di Michael Del Moro, Presidente di Confartigianato Imprese Lazio, è intervenuta Roberta Corbò, Responsabile patrimoni territoriali, comunità locali e turismo di Confartigianato Imprese, che ha evidenziato pregi e difetti della Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI), politica di sviluppo che mira a contrastare lo spopolamento di alcune aree del nostro Paese, anche attraverso bandi nazionali ed europei. “Ricordiamo che le aree interne sono territori fragili, distanti dai centri principali di offerta dei servizi essenziali, che però coprono complessivamente il 60% dell’intera superficie del territorio nazionale, il 52% dei Comuni e il 22% della popolazione. È necessario pensare a strumenti di più facile accesso agli enti locali, spesso caratterizzati da mancanza di personale e competenze specifiche – ha rilevato Corbò – tenendo inoltre a mente che ‘area interna’ non coincide necessariamente con territorio montano. La SNAI non ha colto questa differenza, anche per questo c’è grandissima attesa di una legge per la montagna. Ci vogliono politiche e leggi su misura per contesti diversi, considerando che fare impresa in montagna ha costi maggiori e più difficoltà a restare sul mercato che in pianura”.

Marco Marchetti, Direttore scientifico del Master in Governance e Sostenibilità per le montagne italiane presso l’Università La Sapienza, ha invece dedicato il suo intervento a una riflessione sui nuovi modelli di sviluppo per la montagna e le aree interne. “L’uomo è necessario alla montagna, perché il suo ruolo è soprattutto quello di garante di un delicato equilibrio in termini di biodiversità. Recuperare terreni abbandonati, ripristinare la rotazione delle colture, applicare modelli di allevamento sostenibili e compatibili con il contesto sono alcune tra le numerose azioni che l’uomo può mettere in atto per rendere la montagna un luogo abitabile, ospitale e produttivo. Senza il controllo dell’uomo la montagna tornerebbe alla sua natura più selvaggia e impervia”.

È quindi intervenuto Matteo Monaco, Commissario straordinario della Riserva Monti Navegna e Cervia, che ha dedicato la sua dissertazione alle forme di assistenza alle imprese in contesti periferici, portando a esempio l’apertura della nuova sede zonale di Confartigianato Imprese Rieti a Castel di Tora, nel territorio della Riserva.

“Occorre essere molto schietti quando si parla di ritorno alla montagna – ha sottolineato Maurizio Aluffi, Direttore di Confartigianato Imprese Rieti, durante il suo intervento – che, perlomeno nell’appennino centrale e specialmente nell’area del reatino, patisce sempre di più la piaga dello spopolamento e del depauperamento dei servizi essenziali. E questo è un tratto che accomuna in generale tutti i territori ricompresi nella definizione di aree interne, che solo nella nostra provincia comprende 62 comuni su 73, che scontano il risultato di politiche ‘città-centriche’ che di fatto hanno determinato un abbandono dei nostri territori”.

Giorgio Menichelli, Segretario Generale di Confartigianato Macerata, Ascoli Piceno e Fermo e autore del libro “L’Italia di Mezzo, Comunità territori e Turismi” ha parlato di turismo sostenibile, accessibile, consapevole e in armonia con le peculiarità del contesto delle aree interne: “Un turismo più lento, legato all’esperienza e alle radici – ha evidenziato Menichelli – su 255 milioni di arrivi turistici, di cui 93 milioni stranieri, le attività esperenziali sono quelle che attirano sempre di più il viaggiatore, che trae piacere nell’immergersi nel contesto del luogo che visitano. Si potrebbe lavorare molto, per esempio, sull’artiturismo, una forma di soggiorno e organizzazione di esperienze che coinvolgono i laboratori artigiani, proponendo attività culturali, didattiche e di degustazione legate all’artigianato e alle sue tradizioni locali”.

Sulle caratteristiche di nuove forme di turismo si è soffermato anche Michele Medori, Direttore di Confartigianato Imprese Terni, che ha inoltre parlato di quanto siano necessarie le opere di manutenzione continua del territorio e di garanzia dei servizi pubblici contro il degrado e l’abbandono, anche di fronte alla sfida della sostenibilità che coinvolge tutti, compresi gli ambienti montani e dei borghi.

A conclusione della giornata sono intervenuti Letizia Rosati, Assessora alla Cultura, Politiche Scolastiche e all’Università del Comune di Rieti, e Mariano Calisse, responsabile dell’Ufficio Piccoli Comuni presso la Regione Lazio, la prima sostenendo l’essenzialità di politiche per i giovani per contrastare l’abbandono dei territori, il secondo ponendo l’attenzione sull’importanza di attrarre investimenti sul territorio come leva per la crescita demografica.

Infine è stato tramesso un gradito videomessaggio del Senatore Guido Castelli, Commissario Straordinario Ricostruzione Sisma 2016, che ha voluto portare il suo saluto a contributo dei lavori del convegno. 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi