CONFARTIGIANATO: “RICOVERTIRE, RIGENERARE, CAMBIARE LA CITTÀ: UNA SFIDA PER IL FUTURO”

Apr 24, 2022 | Economia | 0 commenti

Più che delle solite prese di posizione di categorie, o meglio di gruppi di interesse (se così li possiamo chiamare), sarebbe meglio cominciare a parlare di come rilanciare l’economia e il volto di una città come Rieti, che nel tempo ha perso appeal e valore aggiunto. È il pensiero, questo, di Confartigianato Imprese Rieti, una riflessione a voce alta a due mesi dalle elezioni amministrative 2022 che porteranno al rinnovo dei sindaci di Rieti, Cittaducale, Antrodoco, Pescorocchiano, Casaprota e Nespolo.

Da sempre Confartigianato si batte per la riconversione dell’invenduto e il riutilizzo delle aree dismesse, degli opifici industriali abbandonati o inutilizzati ecc. Ben vengano quindi le iniziative del Comune di Rieti che finalmente decide di riassegnare i lotti dell’area artigianale di Vazia rimasti inutilizzati per 14 anni. Ben venga anche chi vuole investire nel nostro territorio con progetti che permettano la riconversione di aree e manufatti abbandonati, la creazione di nuova occupazione e lavoro per le imprese locali. Per far questo, invece di abbandonarsi alle solite sterili polemiche e ai soliti pro e contro, c’è bisogno di un patto del territorio a cui aderiscano tutte le “componenti” (Comune, tecnici, professionisti, istituti di credito e imprese) per far sì che la grande partita della rigenerazione urbana e dello sviluppo urbano a consumo zero di nuovo territorio si traduca in realtà.

Rigenerare Rieti e in particolare intervenire su “mostri” abbandonati da anni, quali l’ex ospedale, l’ex zuccherificio, l’ex SNIA ecc., oltre che le abitazioni costruite negli anni 50/60, è una grande sfida che deve comportare però una serie di facilitazioni che riguardano famiglie, imprese e investitori. Il recupero, obiettivamente, deve essere attrattivo, i prezzi abbordabili e la città vivibile. Per un ritorno al centro storico l’aspetto economico sarà un fattore determinante. Nonostante la crisi che ha colpito il comparto edile a partire dagli anni 2011-2012, le nostre imprese e quelle della filiera costruzioni, sono rimaste sul mercato e hanno un patrimonio di grande affidabilità e un know how di rispetto che le hanno rese protagoniste e pronte a rispondere alle recenti sfide (ecobonus, superbonus ecc.).

Un’altra grande partita, a parere di Confartigianato, è quella della riconversione dell’invenduto, che potrebbe essere orientata alla creazione di alloggi in housing sociale, a prezzi più bassi, con un patto fra banche, Comune/i, organizzazioni di categoria.

Come Confartigianato Imprese Rieti, a tutela delle piccole imprese, stiamo seguendo con interesse l’esplicazione della politica che verrà adottata dalla giunta attuale e speriamo anche dalla prossima, circa la realizzazione di opere che cambieranno la città, compreso il rilancio (finalmente) delle aree produttive e dell’area artigianale di Vazia. In questa complicatissima fase, contrassegnata dalla crisi e dallo stallo in diversi settori produttivi, con una drastica caduta della domanda, la linea non può che essere quella del rilancio delle opere pubbliche e delle iniziative di privati che vogliono investire in questo territorio. A patto, però, che da parte degli uffici comunali dell’Urbanistica maturi una sensibilità nuova e più spiccata, in maniera tale che progetti aziendali di insediamento possano trovare risposte molto più celeri ed efficaci. Gli interlocutori degli imprenditori e dei loro progettisti devono dimostrare nei fatti una mentalità diversa rispetto a quella difensiva, che purtroppo spesso è venuta a galla, per essere al passo con la sfida che anche loro si trovano giocare.

Questi i temi che vorremmo fossero al centro del dibattito politico in vista delle elezioni per il rinnovo delle amministrazioni comunali.

 

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi