Altre Notizie

CONFCOOPERATIVE VITERBO E RIETI, INSEGNARE AGLI STUDENTI A FARE IMPRESA

“Un progetto per insegnare a fare impresa, simulando tutto il percorso che ne caratterizza la costituzione per poi entrare nel vivo della fase di produzione. È il progetto scuola-lavoro che verrà realizzato dagli studenti dei Licei Classico e Linguistico dell’Istituto ‘Mariano Buratti’ di Viterbo”. A dichiararlo è Bruna Rossetti, Presidente di Confcooperative Viterbo e Rieti. A realizzare l’iniziativa, assieme alla scuola, è Confcooperative Viterbo e Rieti in collaborazione con LHASIT e A.I.S.E.C., l’Associazione Italiana Socio-Educatori per la Cooperazione.
“Un percorso con le scuole – prosegue la Rossetti – perché la cooperazione vuole essere parte viva nel tessuto sociale, trasferendo agli studenti il nostro modo di fare impresa. Un modo fondato sui valori della condivisione, dell’equità, della condivisione e della solidarietà. Un percorso attraverso il quale – spiega la Presidente di Confcooperative – punteremo anche a valorizzare il territorio, l’ambiente e la produzione tipica, condividendo con gli studenti i principi e i valori della cooperazione. L’obiettivo? Trasferire ai ragazzi tutti gli strumenti necessari affinché un domani possano costituire un’impresa tenendo conto di tutte le attività che la caratterizzano. A tal fine saranno effettuati momenti di confronto, attraverso i quali definire i campi d’azione con lo scopo di rientrare nell’ambito della programmazione scolastica ed escludere ogni forma di scollamento tra la presente proposta e gli obiettivi programmatici dell’Istituto. I ragazzi – conclude Bruna Rossetti – verranno così suddivisi in gruppi che porteranno avanti delle iniziative specifiche, proprie di un’impresa, imparando una professione al servizio del territorio”.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*