Altre Notizie

CONVEGNO “LA MEDICINA DI GENERE: LA SALUTE NELLA DIFFERENZA”

La Medicina di genere è un argomento molto dibattuto su cui si confrontano non solo le comunità scientifiche ma più in generale tutte le istituzioni culturali che hanno come obiettivo la promozione della salute, in tutti i suoi vari aspetti, secondo le indicazioni dell’organizzazione Mondiale della Sanità. Si tratta di una recente evoluzione della medicina tradizionale e si occupa delle differenze biologiche e socioculturali tra uomini e donne e della loro influenza sullo stato di salute e di malattia. Ha l’obiettivo di comprendere i meccanismi attraverso i quali le differenze legate al genere agiscono sullo stato di salute e sull’insorgenza e il decorso di molte malattie, nonché sui risultati delle terapie. Gli uomini e le donne, infatti, pur essendo soggetti alle medesime patologie, presentano sintomi, progressione di malattie e risposta ai trattamenti molto diversi tra loro. Da qui la necessità di porre particolare attenzione allo studio del genere, inserendo questa “nuova” dimensione della medicina in tutte le aree mediche rappresentando una nuova prospettiva per il futuro della salute che deve essere incluso tra i parametri indispensabili ed essenziali dell’attività clinica e della programmazione ed organizzazione dell’offerta sanitaria del nostro Paese. Il Convegno si inserisce nell’ambito delle raccomandazioni del Ministero della Salute che suggeriscono di predisporre iniziative di prevenzione sostenute da periodiche campagne informative per favorire una corretta informazione volta a migliorare le conoscenze riguardanti le diversità. A tal fine sono stati invitati a Rieti esperti nazionali che affronteranno questo attuale ed interessante nuovo approccio alle problematiche mediche

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*