Altre Notizie

COSTINI, ED ORA ANDIAMO A VOTARE

Area Rieti saluta con gioia la vittoria del No al referendum e la disfatta renziana; una battaglia che ci ha visto in prima linea, senza infingimenti, mettendoci la faccia fino in fondo, finanche contestando, solitari, il ministro Boschi che era venuta a raccogliere consensi e sorrisi, volendo far dimenticare il suo coinvolgimento nel disastro di Banca Etruria. Siamo contenti perché escono sconfitti dal popolo i servi delle banche, degli usurai europei e i “poltronisti” all’Alfano. Contenti ma non soddisfatti: ora si vada a votare, subito, anche con il proporzionale. Con Renzi ed i suoi papa boys finisce anche l’inganno delle rottamazioni, delle “battaglie generazionali”, dei tanti falsi obiettivi, utili solo a evitare che ci si occupasse seriamente di quanto sta avvenendo in Italia, in Europa, nel mondo. Si vada a votare discutendo della concretezza di quanto sta avvenendo: si scelga sulle politiche migratorie, sulla sovranità e quindi sull’eurocrazia, sul tentativo di sovvertire i mos maiorum in nome di un nuovismo laicista ed anti tradizionale. Si costruisca una politica in cui l’onestà è una precondizione della partecipazione alla vita pubblica, e non una categoria del conflitto. Siamo in un’epoca decisiva, le scelte di oggi determineranno il futuro. Oggi si decide se l’Italia di domani sarà figlia della sua storia e della sua civiltà, o sarà una provincia d’Africa, oggi si decide se i diritti dei lavoratori valgono più degli interessi degli speculatori e del mercato, se famiglia, comunità, interesse generale contano più degli egoismi individuali. Area Rieti su questo campo di battaglia ci sarà, convintamente. Da giochini di potere, da inciuci per raccattare poltrone ci teniamo fuori. Alfano non sarà mai il nostro riferimento, locale o nazionale,non lo è stato ieri non lo sarà domani. Più del potere per noi conta la dignità, perché noi ci mettiamo la faccia, sempre, perché noi siamo abituati a fare politica per strada, non in giacca e cravatta nei salotti.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*