Bike, Sport

CRESCENZI PREMIATO DA 100% BRUMOTTI

????????????????????????????????????

Il giovanissimo talento reatino Diego Crescenzi anche quest’anno ha portato a casa il titolo tricolore nella categoria benjamin di bike trial. Cinque le gare che hanno formato il Campionato Italiano Uisp e Diego ha fatto centro in tutte e cinque. Pochissime le penalità riportate in tutte le gare a dimostrazione del grande stato di forma del giovane rider nel corso dell’intera stagione agonistica. E sono anche cinque i titoli conquistati dal 2010 fino ad oggi, significato di pura costanza e tanta voglia di miglioramento, doti innate dentro di lui. L’ultimo appuntamento è stato quello di Nasino in provincia di Savona, dove con solo due penalità in tutta la competizione, ha lasciato senza parole tutti i presenti. E tra loro non poteva mancare il ligure Vittorio Brumotti portavoce numero 1 di questo sport in quanto oltre che per le sue spettacolari performances televisive, diventò anche Campione del Mondo nel 2006. Ed è stato proprio l’inviato del noto programma televisivo “striscia la notizia” di canale 5 a consegnare la maglia tricolore e relativo attestato al reatino complimentandosi con lui.
“Sono troppo contento di essere diventato Campione Italiano per la quinta volta – racconta Diego – il percorso di Nasino creato in uno scenario fantastico, sulle rocce lungo il fiume, è stato davvero molto bello. In realtà avrei commesso solo una penalità, però sul finale sono stato infastidito a titolo di scherzo….visto che ormai avevo stravinto! Essere premiato dal simpaticissimo campione Brumotti è stato molto emozionante e mi ha fatto molto piacere. Mi dispiace per l’aggressione che ha subito qualche giorno fa lui e suo padre. Spero che torni presto in bici e sono sicuro che questo succederà presto perchè so quanto è forte Vittorio.”

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*