Domenica sfida al vertice tra Sebastiani e Taranto al PalaSojourner. La Npc, “mutilata” dal virus, sarà invece a Scafati.

Mar 20, 2021 | Basket | 0 commenti

RIETI – La partita di cartello del week end è senza ombra di dubbio quella che contrapporrà domenica, al PalaSojourner, le due formazioni-leader di tutta la serie B: Real Sebastiani e CJ Taranto. Laziali e pugliesi si offrono all’avvio della fase ad orologio (si concluderà il prossimo 2 maggio) con un confronto diretto che sarà determinante per costruire la classifica finale e, quindi, la griglia play off. La Sebastiani e Taranto sono le compagini che vantano il maggior numero di vittorie di tutte le categorie nazionali: dalla LBA fino alla serie B. La posta in gioco è alta e vi è grande concentrazione al fine di garantirsi il successo. “Taranto ha dimostrato tutto il suo valore durante lo svolgimento del girone D2 – afferma l’allenatore in seconda della Real, Titto Carone – E’ un team costruito per vincere. In cabina di regia gioca  Stanic che detta i tempi di gioco; tra gli esterni, Morici e Bruno creano una coppia davvero ben assortita mentre sotto le plance Matrone, Azzaro e, all’occorrenza, Duranti compongono un terzetto che conosce bene la categoria e che sta facendo davvero molto bene”. I giocatori più temuti sono senza ombra di dubbio proprio Stanic e Matrone. Nicolas farà ritorno in quella che, per un paio di stagioni con la Npc, è stata la sua casa: il PalaSojourner. Stanic che compirà 37 anni il prossimo mese di Maggio è, ancora oggi, un top player di questa lega. Ma l’italoargentino vanta doti, tecniche ed umane, per le quali avrebbe di certo meritato la militanza in A2. Stanic viaggia a quasi 18 punti e 4 assist per gara! Quanto a Matrone, il lungo ex Cagliari (A2) incute timore per la propria stazza fisica, ma anche per l’esperienza maturata in tanti anni di gioco. Peraltro Rieti ha testimoniato spesso e volentieri di soffrire sotto le plance dove Paci, fino ad oggi, ha molto deluso mentre Di Pizzo ha fatto parecchio e bene, nonostante l’età ancora giovane. La Sebastiani potrà sperimentare le reali capacità di Basile che ha avuto un paio di settimane di tempo per ben inserirsi, ma ci sarà l’esordio in maglia “Arrigoni” anche del giovane e promettente Visentin. Il match (palla a due ore 18) sarà irradiato in diretta su Canale 10, al 211 del digitale terrestre. Contemporaneamente la Npc, “mutilata” in almeno tre tra i suoi migliori effettivi dal solito covid (domenica se ne sveleranno le identità nel momento in cui la squadra entrerà in campo, ma si tratta di “tre big”), calcherà il parquet del PalaMangano nel tentativo di contendere il successo alla corazzata-Scafati. Il team del patron, Nello Longobardi, in settimana si è ulteriormente rafforzato in prospettiva play-off, ingaggiando Cervi (ex Virtus Roma) che dovrà essere recuperato fisicamente poiché è reduce da un infortunio, ma che non mancherà di fornire il suo prezioso apporto nel prosieguo della stagione. La Npc, dal proprio canto, dovrà cercare di limitare i danni, recuperare i propri “covid-positivi” e tentare di salvare la pelle, raggranellando punti utili per la salvezza nei successivi impegni. E’ vero, il covid ha falsato l’intera stagione, ma si sapeva che sarebbe stato così. Le regole erano chiare fin dall’avvio e per tutti. La Npc, peraltro, non è stata squadra tra le più colpite poiché altre – Ferrara in primis, ma anche Forlì che, nonostante tutto, comanda la classifica, Ravenna, Chieti ed altre  hanno pagato salato il conto al virus. Piuttosto la Npc sconta – per l’ennesima volta – una stagione cestistica vissuta alla garibaldina, con una squadra allestita secondo tempistiche e modalità opinabili. Taylor che spesso si rivela pernicioso; la questione-Pepper (passaporto ecc), pessimamente gestita; l’ingaggio di Amici che ha disputato soltanto una gara per intero e qualche minuto di un’altra, prima di essere messo fuorigioco da reiterati infortuni e dall’isolamento fiduciario; l’avvento di Piccoli, forse bravo e capace, ma chiaramente fuori forma; Tommasini che, praticamente, non ha mai giocato e che sarà out ad libitum; soprattutto il mancato avvento di quel giocatore (presumibilmente straniero) – “dobbiamo inserire il miglior giocatore che troviamo sul mercato”, dichiararono i vertici societari il 25 Gennaio scorso – che sarebbe servito per togliere le castagne dal fuoco ad Ale Rossi costretto, come d’abitudine, a fare le pentole ed anche i coperchi. Con questi presupposti la Npc si appresta a sfidare Scafati e, soprattutto, a terminare una stagione che, questo è l’auspicio di ogni reatino e di ogni tifoso, porti in regalo la salvezza. (Valerio Pasquetti)

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi