Altre Notizie

FEDERCOM RIETI, SERVE UN TAVOLO DI COORDINAMENTO DELLE ATTIVITA’ PUBBLICITARIE

Il Direttivo Provinciale FederCom Rieti, Associazione Nazionale che raccoglie e tutela gli operatori della Pubblicità, Comunicazione, Organizzazione di Eventi e Spettacolo, intende chiarire la propria posizione relativamente ai banner pubblicitari “erroneamente” installati sulle mura medievali cittadine (monumento vincolato) che tanta polemica e livore hanno portato, negli ultimi due giorni, in città generando anche inopportune illazioni senza fondamento, da parte di taluni, contro alcuni nostri associati.

Sebbene FederCom riconosca l’importanza della manifestazione promossa con tale installazione di maxi-banner, l’impegno del soggetto Organizzatore, il contributo tecnico-economico da parte dei numerosi ed importanti enti patrocinanti e lo sforzo dell’Amministrazione Comunale di Rieti per supportare lo svolgimento dell’evento ci duole di dover riscontrare nei fatti pacchiani errori di gestione e di procedura che difficilmente sarebbero potuti accadere laddove la promozione fosse stata affidata ad operatori professionali.

Esistono infatti chiare norme di regolamentazione nazionale e comunale (con specifici regolamenti locali) che normano le attività di installazione, anche temporanea, di mezzi promozionali di pubblicità esterna e molte di queste norme sono evidentemente ignorate e/o sono state violate (non sta a noi dirlo) sia dall’Ente che dagli esecutori materiali dell’intervento.

Occorre infatti chiarire in primis che, per quanto previsto dalle norme, l’installazione NON SI POTEVA FARE perché non si poteva autorizzare, salvo specifica deroga a firma del Sindaco, non essendo per tipologia contemplata tra quelle attuabili ed a maggior ragione ineffettuabile su un bene architettonico sottoposto a specifico vincolo.

Dura lex sed lex e quindi ogni valutazione a livello meramente estetico o di volontà dell’Amministrazione di agevolare talune manifestazioni considerate “discrezionalmente” più meritorie di altre diviene immediatamente inutile essendo ab-origine l’attività INATTUABILE per norma e fino al cambiamento della stessa. La norma vigente deve essere applicata per tutti ed e’ inutile e fuori luogo ogni personale “interpretazione” senza fondamento giuridico e amministrativo e ci aspettiamo dall’Amministrazione un’attenta analisi di ciò che e’ accaduto onde prevenire, per il futuro, nuovi errori di tal genere.

Evidentemente nessun operatore professionale correttamente formato sulla normativa vigente avrebbe mai immaginato, proposto e tanto meno realizzato un intervento di tale tipo su un monumento vincolato simbolo architettonico della città. Qualora fosse necessario FederCom ribadisce la disponibilità, più volte già espressa all’Amministrazione, per la fornitura a titolo gratuito di professionalità e mezzi come riportato anche nella specifica nota della Prefettura di Rieti, emanata in virtù della collaborazione con FederCom, che richiama altresì le Amministrazioni Comunali alla massima attenzione su verifica tecnico legale e controllo del territorio per gli interventi pubblicitari e l’organizzazione di eventi e manifestazioni nel rispetto di ogni norma vigente.

L’istituzione di un tavolo professionale di coordinamento degli eventi pubblici e/o patrocinati potrebbe portare grandi benefici di efficienza, immagine ed ottimizzazione degli investimenti con massimizzazione dei risultati nel pieno rispetto di tutte le normative evitando al contempo “errori” elementari come nel caso di cui trattasi che una gestione da parte di professionisti avrebbe certamente prevenuto ed evitato.

Detto ciò per onore e rispetto della verità, della professione e delle norme vigenti, vogliamo anche chiarire DEFINITIVAMENTE che FederCom regolarmente e purtroppo molto spesso, negli ultimi anni, sta segnalando alle amministrazioni competenti eventuali ipotesi di abuso, “errore” e difformità come indipendente e gratuita attività di servizio a tutela del decoro cittadino e dell’ambito professionale dei propri iscritti e che nel caso di specie FederCom o i propri associati non hanno alcun pregiudizio, rancore, livore personale e/o preclusione alcuna nei confronti della manifestazione Rieti Sport Festival e/o dei suoi Organizzatori e che pertanto ogni ulteriore illazione in merito fatta da chicchessia verrà perseguita a mezzo querela a tutela di FederCom stessa e dei singoli associati.

Nei prossimi giorni auspichiamo di essere invitati dall’Amministrazione alla costituzione di un tavolo straordinario di verifica e coordinamento delle attività promo-pubblicitarie cittadine nonché ad una attività di revisione ed aggiornamento dei regolamenti comunali esistenti nel campo.

Potrebbe interessarti anche