FP CGIL, “LA PARABOLA DEL SANTA LUCIA E DELLA ASL DI RIETI”

Giu 7, 2020 | Altre Notizie | 0 commenti

Si apprende dalla stampa che la ASL di Rieti si appresta a concludere un percorso che
purtroppo ha consegnato anche alla realtà di Rieti le sue vittime.
Uomini e donne, espressione di una generazione straordinaria, che lasciano un vuoto
incolmabile di valori morali e di cambiamento e che hanno segnato il progresso e la storia della nostra
Nazione e della nostra comunità.
La nota della Direzione Aziendale celebra con toni trionfalistici il grande successo, il
buonismo compassionevole degli uomini prodighi che salvarono il mondo.
È innegabile l’impegno profuso da decine, forse centinaia di professionisti, militari, forze
dell’ordine che si sono impegnati nella tragica esperienza del COVID-19, ma anche di uomini e
donne, volontari, che si sono resi disponibili a sostenere un lavoro straordinario volto ad arginare gli
effetti di una pandemia devastante.
Oggi è il tempo della riflessione, e l’intervento della ASL nella Casa di Riposo diviene
l’espressione di ciò che si sarebbe potuto fare e non è stato svolto.
Il “Santa Lucia” indaga le alternative alla scelta, apparentemente obbligata, tra utopia e realtà,
rivolta e assimilazione: “O sei parte del problema o sei parte della soluzione”… per dirla come Ulrich
Peltzer.
Ci si domanda quali diversi scenari si sarebbero potuti prefigurare se, per esempio, la ASL
avesse adottato tutte le misure preventive nei tempi giusti, se i controlli nelle residenze sanitarie e
protette fossero stati messi in atto con la stessa determinazione utilizzata per porre rimedio ad una
situazione drammatica come quella delle Case di Riposo contaminate.
La Direzione Aziendale ASL Rieti dichiara che tutti gli ospiti della struttura sono tutti guariti,
di questa notizia la CGIL FP la registra con entusiasmo, apprezzando, come abbiamo detto più volte,
lo straordinario lavoro fatto da questa Azienda dal momento in cui è intervenuta nella gestione
dell’emergenza.
Tuttavia la CGIL FP ha sempre sostenuto e ribadisce che tutti gli interventi sul territorio sono
stati attivati con esagerato ritardo, per questo siamo convinti che se l’Azienda fosse intervenuta per
tempo, con procedure e strumenti adeguati, sicuramente la dimensione degli infetti sarebbe stata
davvero irrisoria, pertanto la provincia di Rieti si sarebbe caratterizzata come quella con il più basso
indice di infezioni, ma così non è stato e in termini di percentuale è stata quella con maggior indice
di infezioni della Regione Lazio. La CGIL FP in tempi non sospetti aveva manifestato tutte le
preoccupazioni del caso all’Azienda purtroppo del tutto ignorate.
L’esperienza del “Santa Lucia” sarà dovrà essere ricordata come una grande operazione di
solidarietà umana, prima ancora che professionale, in cui l’impegno di uomini e donne spesso privi
degli strumenti che sarebbero stati necessari per affrontare tali situazioni in condizioni di normalità,
ha predominato sui timori, le ansie, vissute in maniera epidermica tra operatori ed ospiti.
Quando si chiedono sacrifici alla gente che lavora, ci vuole un grande consenso, una grande credibilità
politica e la capacità di colpire esosi e intollerabili privilegi. (Enrico Berlinguer).
La CGIL FP ritiene che l’Azienda abbia fatto bene a enunciare questo traguardo e a fare ufficiali
ringraziamenti, avrebbe però fatto bene a manifestare un ringraziamento generico senza nessuna
esclusione.
Tutto questo non rende onore ad un Direttore Generale che dovrebbe essere attento a tutte le
sensibilità…
La saggezza non è comunicabile, affermava Hermann Hesse, e le citazioni ad personam
appaiono che privilegiano alcuni, rappresentano l’ennesima caduta di stile che rischia di alimentare
ulteriormente un clima divisivo tra i lavoratori, sintesi di un malessere che è ormai dominante e che
serpeggia nella ASL di Rieti.
Per questo riteniamo il contenuto di questo articolo un offesa verso quelle persone che in circa
40 giorni hanno dato anima e corpo sottraendo tempo alle proprie famiglie e mettendo a rischio i
propri cari vedendosi esclusi dai ringraziamenti. Persone che guarda caso non sono fra coloro
menzionati guarda caso iscritte a questa O.S. ma questa è un’altra cosa, ma il dubbio ci sta tutto, se
così fosse sarebbe un grave problema politico/sindacale, ma noi preferiamo pensare che cosi non sia.
Tra le persone che sono state menzionate nei ringraziamenti, mancano alcune figure
strategiche che hanno reso possibile all’Azienda di raggiungere questo importante traguardo, persone
che chiamate ad organizzare la task force hanno immediatamente dato priorità all’emergenza
dedicandosi tutto il tempo con grande professionalità ed abnegazione, anche per 15 ore al giorno, a
far si che tutto funzionasse togliendo tempo e mettendo a serio rischio le proprie famiglie.
Per correttezza e per privaci evitiamo di fare i nomi ma tutti hanno chiaramente individuato
di chi stiamo parlando, crediamo che con questo si sia davvero esagerato, questa O.S. è orgogliosa
del lavoro fatto da tutti ed è convinta che da ogni umiliazione ci si rialza più forti e più motivati.
La CGIL FP in tutto questo, senza fare ulteriore polemica, si sente di portare i più cari saluti
a tutti gli ospiti della struttura augurando a tutti loro e ai lavoratori della struttura un grande in bocca
al lupo e buon futuro.
Comitato degli iscritti
CGIL FP ASL Rieti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi