Altre Notizie

GALA: PREOCCUPAZIONE DEI SINDACATI

Il giorno 3 aprile si sono riunite le strutture di Fim Fiom e Uilm di Rieti
per fare una prima valutazione sulla scelta del Cda di Gala di presentare
domanda di concordato preventivo con riserva (in continuità).
Questa azione, messa in campo dal gruppo Gala, rischia di rendere ancora
più complicato il percorso per la realizzazione del piano industriale che,
la sua controllata Gala Tech, dovrà sviluppare per l’ex stabilimento
Solsonica di Rieti.
Purtroppo quello che doveva essere il momento decisivo per confermare la
fiducia che tutti abbiamo avuto in questo progetto è stato compromesso e
cominciano a riaffiorare quelle perplessità che avevamo avuto all’inizio di
questa difficile vertenza.
Da sempre , per l’ importanza di questa vertenza , sia per i lavoratori
Solsonica che per il territorio, agli incontri sono state coinvolte tutte
le istituzioni soprattutto durante la sottoscrizione degli accordi perché
abbiamo sempre ritenuto che questo è lo strumento piu utile per richiamare
l’azienda alle proprie responsabilità.
A fronte di questa situazione, l’incontro del 6 aprile al Ministero dello
sviluppo economico sarà fondamentale per capire come l’azienda Gala Tech
intende portare avanti il progetto di sviluppo per Rieti e come intende far
fronte agli impegni presi al Mise il 30 Maggio 2016.
Ci teniamo a ricordare a tutti che tale l’accordo è stato sottoscritto non
solo da Gala Tech e le OOSS ma anche dal Ministero dello Sviluppo
Economico, dalla Regione Lazio e ha visto anche la partecipazione del
Comune di Rieti. Quindi riteniamo sia fondamentale che all’ incontro siano
tutti presenti per dare il proprio contributo .
Siamo convinti che gli accordi fatti vanno rispettati e per questo faremo
tutto quello che e nostre possibilità per sostenerlo , visto che il nostro
principale obbiettivo è dare risposte a tutti i lavoratori coinvolti e che
si aspettano una soluzione nel più breve tempo possibile.
Rieti li 04.04.2017
Fim Cisl     Giuseppe Ricci
Fiom Cgil   Luigi D’Antonio
Uilm Uil      Franco Camerini

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*