Cultura e Spettacolo

Gli AREA765 a Poggio Nativo

Giovedì 19 giugno gli Area765 si esibiranno in concerto a Poggio Nativo, in provincia di Rieti, per un live che ripercorre tutta la storia della band, dai Ratti della Sabina, a ‘Volume Uno’ (primo album targato Area765).

Nell’ambito della serata gli Area765 presenteranno, inoltre, la loro ultima produzione discografica: “Altro da fare”. Ben 18 tracce, uscito il 22 maggio e presentate ufficialmente sabato 24 maggio al Circolo degli Artisti di Roma, dove la band ha desiderato ripercorrere la propria storia, dai Ratti della Sabina a ‘Volume Uno’ (disco d’esordio del 2012) in chiave totalmente acustica. Il tutto arricchito dalla presenza dei due nuovi singoli “Altro da fare” e “L’ultimo tango”.

“Altro da fare”, disco in uscita per il 22 maggio, propone 18 brani (tra cui due nediti, l’omonima titletrack e “L’ultimo tango”) che rivisitano il meglio sia del repertorio storico dei Ratti della Sabina, sia di quello di “Volume I”, album d’esordio degli Area765 pubblicato a maggio 2012.
Un disco che nasce soprattutto dalla voglia di regalare ai fan un nuovo modo di ascoltare e vivere i brani dandogli la possibilità di coglierne l’intimo valore a partire dal testo.
In alcuni casi le canzoni sono state stravolte rispetto alla versione originale al punto da suonare come nuove, pur mantenendo lo stesso testo e la stessa linea melodica. In questo modo si è assistito ad una vera e propria riscoperta di brani che si sono svestiti del loro originario timbro folk assumendo una personalità più attuale e in linea con lo stile degli Area765.
L’uscita del disco è stata anticipata dalla pubblicazione, il 14 aprile, del videoclip del primo singolo, “Altro da fare”, realizzato con un cartoon opera di Federica Latteri della Scuola Romana dei Fumetti.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*