Basket, Sport

La Linkem perde 79-87 contro una ottima Bisceglie

È andata male. Rieti non è riuscita a vincere la partita più importante della stagione e ha lasciato forse definitivamente passare il treno de i play off.

I sogni, prima abbandonati e poi redivivi, di tutta una stagione si infrangono purtroppo contro il risultato di un match decisivo per la rincorsa all’ottavo posto che ora si è allontanato di ben otto lunghezze.

E’ vero che il campionato non è finito e molto può ancora accadere nelle prossime sette partite, compreso il recupero su Martina Franca, ma è veramente molto difficile che Rieti possa ormai rientrare nelle prime otto.

Veniamo alla partita: Rieti scende in campo con Grillo, Granato, Scodavolpe, Feliciangeli e Bagnoli, mentre Bisceglie risponde con Torresi, Caceres, Storchi, Magiotto e Contento.

Se nel primo quarto le due formazioni si studiano, già sul finire gli ospiti tentano l’allungo che gli riesce definitivamente nel la seconda frazione di gioco che va a chiudersi  sul 27-34.

All’intervallo lungo scendono in campo, con tutta la loro freschezza, gli esordienti di coach Tilli e Cerafogli, accompagnati dal dirigente Franco Ciani.

Al rientro dagli spogliatoi la lotta si fa serrata, i pugliesi si stabilizzano sui 10 punti di vantaggio. Prima una bomba di Granato, che riceve subito risposta, poi due liberi di Scodavolpe, un tiro da sotto di Feliciangeli ed un altro canestro pesante del capitano ci portano sul meno cinque (37-42).

La risalita però ha vita breve,  i pugliesi  rispondono colpo su colpo e non sbagliano e ci ritroviamo di nuovo sul 40-50.

È evidente che la gara sia tostissima, Bisceglie segna in maniera chirurgica, noi inseguiamo e la retina non ci è amica e difatti chiudiamo anche il terzo periodo sotto di 11 (47-58).

Rieti, però, non molla. Musso mette in sequenza una doppia, una tripla e due liberi, ma non basta a spaventare Maggiotto e compagni ed a sei minuti dalla fine della gara ci troviamo nel massimo svantaggio (54-74).

È una reazione tutta di orgoglio nostrano che porta i reatini a tentare ancora il recupero e, a due minuti e mezzo dalla fine, siamo sul -13 (67-80). Nel  finale c’è ancora speranza: sulla rimessa Granato infila la bomba che ci porta a -10, poi Bagnoli segna da sotto e andiamo a -8: c’è la possiamo ancora fare!

Nonostante la vigorosa reazione, le ultime speranze di vittoria vengono annullate dalla precisione in lunetta della squadra avversaria e  la gara finisce79-87.

Sugli spalti c’è delusione.

In conferenza stampa coach Nunzi risponde alle domande dei giornalisti e spiega che in una squadra ognuno ha le sue responsabilità, compreso l’allenatore, e “si perde e si vince tutti insieme”.

 “Abbiamo buoni giocatori – spiega – ottimi uomini che si impegnano fino alla fine, come hanno fatto oggi con una reazione eccezionale sul finale, ma quello che ci manca da un punto di vista tecnico è un leader in campo che sappia effettuare le scelte necessarie a condurre la squadra. Abbiamo poca capacità di leggere il gioco e quando gli avversari limitano i nostri punti di riferimento, facciamo fatica a trovare soluzioni alternative e perdiamo il filo. C’è da sottolineare la bravura di Bisceglie, che è probabilmente in questo momento la squadra più in forma del campionato.  Noi abbiamo fatto il massimo di quello che possiamo fare. Siamo una squadra discreta che può aspirare al settimo posto, ma non oltre”.

A bordo campo siede il presidente Cattani, sempre tra gli ultimi a lasciare il palazzetto.

“Dobbiamo essere onesti ed ammettere i nostri limiti. La gara è stata la fotografia di come è andata la stagione e di quello che è questa squadra che nei momenti cruciali è sempre mancata. Le partite importanti sono state fallite tutte quante. E’ sintomatico e dovremmo quindi  porre rimedio. Dal primo all’ultimo forse non sono gli uomini giusti al posto giusto. Ora dobbiamo comunque finire la stagione nel migliore dei modi. Lo dobbiamo a noi stessi ed al pubblico che anche oggi ci ha sostenuto e a tutti i supporters della società. Questo anno sta insegnando molto e questa esperienza ci sarà utile anche nella progettazione della prossima stagione”.

Rieti. Grillo, Granato 9, Feliciangeli 14, Giovannelli 2, Bagnoli 19, Musso 11, Della Libera, Scodavolpe 16, Ferrienti 4, Mascagni 3.

Bisceglie. Torresi 19, Chiriatti 1, Caceres 13, cena 18, Storchi 3,, Magiotto 20, Contento 13, Rianna ne, Abassi ne, Mazzilli ne.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*