La Npc, falcidiata dalle assenze, perde con onore contro Napoli, ma la classifica si fa sempre più traballante

Mar 28, 2021 | Basket, Sport | 0 commenti

La Npc getta il cuore oltre l’ostacolo, ma non riesce a vincere contro la forza e la profondità di Napoli. Il team amaranto celeste entra in campo ancora una volta fortemente menomato in ragione degli ormai noti casi covid (Pepper, Stefanelli e De Laurentiis), per il nuovo infortunio occorso ad Amici come la perdurante latitanza di Tommasini (out fino al termine della stagione). Alessandro Rossi è obbligato a schierare i suoi giovani che sono artefici di una gara brillante e combattiva. Napoli non ha vita facile. I partenopei – con otto senior di altissimo livello e due soli under – fatica più del previsto. Parks e compagni provano ad allungare nel secondo periodo, ma la Npc è brava a ricucire così da mantenere il risultato in equilibrio. Nel terzo tempo, tuttavia, l’evidente gap tecnico, tattico e fisico che esiste tra le compagini in campo emerge più nitidamente. Napoli allunga, raggiunge anche i 15 punti di vantaggio, tuttavia Rieti non si avvilisce e sempre è brava a rinculare. Tutti gli amaranto celeste meritano un encomio. Ponziani è un leone sotto le plance perché fa sentire i muscoli ed anche una discreta tecnica così da realizzare un congruo bottino personale in termini di punti. Piccoli e Sanguinetti ci mettono tutto ciò di cui sono capaci. Bravissimo è il giovane play Sabatino, buon difensore, buon direttore d’orchestra, pugnace, preciso nelle conclusioni. Tutti i restanti giovani a disposizione di Rossi brillano di luce propria e, in conclusione, Napoli ovviamente vince, ma sudando più del dovuto e con un margine assolutamente gratificante per la Npc. Delude viceversa ed ancora una volta Steve Taylor. Lo statunitense, ormai avvezzo a prestazioni di eguale tenore, alterna qualche buona giocata ad autentiche castronerie, imperdonabili errori di sbadataggine ed una difesa che è tutto un programma. Taylor perde il proprio uomo, sbaglia la posizione che è tenuto ad osservare con i compagni disposti a zona, si gigioneggia a centrocampo, piuttosto che essere solerte a ritornare per inibire il proprio rivale diretto. Insomma, un disastro annunciato, quello di Taylor, un giocatore che proprio non ha disciplina tattica. In ogni caso la pur encomiabile prestazione della Npc non porta punti e, anzi, rende la graduatoria ancor più ballerina, conducendo con ogni probabilità la formazione reatina direttamente ai play out. La Stella Azzurra supera con agilità San Severo e la raggiunge in classifica. Ora i romani ed i pugliesi vantano 8 punti, ma la Stella ha due partite da recuperare. Latina perde di poco a Forlì e mercoledì aspetta proprio la Npc per un autentico confronto-salvezza. I ragazzi di Gramenzi hanno 2 punti in meno rispetto a Rieti, con parità di gare giocate. Vincendo (ipotesi purtroppo non peregrina, visto che anche a Latina la Npc potrà – forse – recuperare il solo Amici) e capovolgendo la differenza canestri (la Npc vinse 82-77 all’andata), i pontini scavalcherebbero Rieti. Tutte le altre contendenti non sono più alla portata. La più vicina è Chieti che ha “soltanto” 16 punti (per Rossi ed i suoi ragazzi: 14), ma con due partite in meno rispetto alla Npc. Servirà valutare quale sarà il destino di questo torneo, chiaramente falsato dal covid e per il quale, ancora oggi, non sembrano esservi regole certe.

di: Valerio Pasquetti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi