La Npc manda al tappeto Ferrara e sogna il “girone azzurro”

Apr 15, 2021 | Basket | 0 commenti

RIETI – La Npc stende Ferrara con una prestazione solida e convincente. Gli amarantoceleste recuperano il match non disputato a suo tempo causa-covid (il virus, in quella circostanza, aggredì gli estensi) e si aggiudicano l’importante posta in palio con congrui meriti. Rieti parte subito bella tosta e concentrata. Rossi ed i suoi ragazzi sono consapevoli della difficoltà dell’impegno e sanno di non poter sbagliare al fine di ancora coltivare il sogno di entrare nel girone azzurro e conquistare così la salvezza. La Npc, falcidiata dal virus e reduce da oltre un mese di stenti e patimenti agonistici facilmente comprensibili, gioca una gara pressoché perfetta. Ciò nonostante Pepper sia (proprio malgrado) l’ombra del bel giocatore apprezzato e recuperato prima del covid. Con un De Laurentiis ancora ed evidentemente, comprensibilmente a corto di tutto (forma, condizione, ritmo) per la medesima ragione. Amici è sempre spettatore e, con queste premesse, fare bene non è facile. Invece la Npc, guidata con sagacia e convincente competenza dal proprio mentore che è Ale Rossi, disputa una partita pressoché perfetta e non dà scampo a Ferrara che se ne ritorna a casa con una sconfitta (79-67) netta  che non ammette repliche. La Npc disputa un match gradevole: anche questo è un bel punto a favore di Rossi. Il gioco di Rieti fluisce che è una meraviglia grazie ai ritmi imposti da un vieppiù convincente Sanguinetti ben coadiuvato dal capitano, Stefanelli, giocatore talentuoso, intelligente e destinato (così sembra) a calcare parquet di categoria superiore. Non serve andare a spulciare le statistiche, individuali o di squadra, per descrivere la partita di Rieti. La Npc gioca bene e vince convincendo. I meriti del coach, Alessandro Rossi, in tutto quello che si vede di buono (tanto) sono palesi. La squadra amarantoceleste, a dispetto delle recenti, note avversità, è un bell’orologio che gira e che gioca con efficacia e costrutto: in attacco come in difesa. Tutti i cestisti della Npc che entrano in campo sanno bene qual è il proprio compito e ciascuno, come si usa in un’orchestra affiatata, fa egregiamente il proprio. In questo contesto un appassionato attento e competente non può non apprezzare la crescita del gruppo e, nel contesto, di alcuni giocatori divenuti oggi essenziali. Piccoli, giunto a Rieti non proprio al top della condizione, ha avuto una crescita esponenziale palese, inconfutabile e adesso sembra lui, più di altri, il collante di questa compagine. Piccoli difende con grande efficacia, recupera possessi, si spende con naturalezza, ha una buona mano, si fa trovare pronto in ogni fase del gioco ed i compagni traggono grandi benefici dal suo naturale prodigarsi. Ponziani ha  contezza delle proprie potenzialità capacitandosi che, anche in questa lega, può essere molto utile. Intendiamoci, il giocatore non è tra i centri più belli a vedersi, però è solido, efficace, non si tira mai indietro al cospetto di nessun avversario e usa il fisico come si conviene ad uno della propria stazza. Anche contro Ferrara, Ponziani fa il suo, andando di nuovo in doppia cifra. Le armonie tattiche di Rossi e della Npc regalano ai supporters reatini persino un Taylor concentrato, altruista, educato al ruolo di “americano”, finalmente un elemento ben inserito nel contesto e non il giocatore bizzoso ed inaffidabile tante, troppe volte visto nel recente passato. Stefanelli è la “mano armata” di Rossi. L’esterno reatino disputa ancora una prova di carattere e pienamente convincente. Le sue bordate dalla distanza, le incursioni nel pitturato, la capacità di “leggere” la partita regalano alla Npc come ai propri tifosi ancora una prestazione di pregio dalla quale l’intera formazione reatina trae prezioso costrutto. Viene da chiedersi, osservando giocare la Npc e non potendo non apprezzarne il prezioso incedere, come sia possibile tutto questo per una squadra che è reduce da un periodo molto difficile (causa covid) e con giocatori (Piccoli e Sabatino, il “latitante” Amici) assemblati in poche settimane. Eppure, serve rimarcarlo, la squadra di Rossi gioca e gioca bene, gioca di squadra, vince e convince a dispetto di un avversario – Ferrara – preparato, profondo, pericoloso e quotato. I meriti del coach, Alessandro Rossi come del proprio staff, in tutto questo, sono evidenti, palpabili e soltanto un cieco potrebbe fingere di non accorgersi, di non vedere. Ora la Npc deve recuperare ancora una partita, domenica prossima  contro Cento, fuori casa e che è già certa di partecipare, nella seconda fase, quanto meno al girone azzurro, quindi con la consapevolezza che, pure il prossimo anno Cento sarà ancora in questo campionato. Un obiettivo che pure la Npc vuol fare proprio, arpionando l’ultimo posto utile, il nono, pure alla portata. Per fare ciò la Npc dovrà superare Cento e tifare Latina nel match che i pontini giocheranno contro Pistoia, al PalaBianchini, il prossimo 18 aprile. Al verificarsi di questi risultati, Rieti appaierebbe Pistoia in graduatoria, però sopravanzandola in virtù delle due vittorie conseguite a danno dei toscani nei confronti diretti. (Valerio Pasquetti) La Npc manda al tappeto Ferrara e sogna il “girone azzurro”

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi