Basket, Sport

La NPC Rieti esordisce vittoriosa

La Npc Rieti debutta nella stagione 2013-14 del campionato DNB con una bella vittoria ai danni di Stella Azzurra Roma.

Gli amarantocelesti sono partiti alla grande imponendosi subito per 12-0 sugli avversari. Il gap scavato nei primi minuti aumenta in maniera esponenziale con l’andare del gioco dove i nostri mostrano una grande coesione, un’ottima circolazione di palla e una profonda volontà di giocare ogni singola chance per l’intera durata della gara.

I giovani di Stella Azzurra, tra cui gli interessanti Davide Moretti (solo quindici anni per il figlio di Paolo Moretti, ex ala della Nazionale Italiana ed ex Virtus Bologna, oggi head coach di Pistoia) e La Torre (sedici anni per il figlio del giocatore di lunga carriera Gianluca La Torre), non sono affatto timidi, si lanciano nel gioco con decisione e volontà, ma nulla possono contro la potenza dei leoni nostrani che difendono con grinta e scelgono ottime soluzioni in attacco. Nei quattro tempi Rieti ha modo di ruotare tutti i giocatori che giocano con entusiasmo e vanno a referto.

Una squadra, la nostra, che ha mostrato al pubblico ed ai giornalisti, i quali non hanno risparmiato complimenti in conferenza stampa, di essere presente, compatta e ricca di qualità.

“Al di là di tutto sono contento dell’atteggiamento – commenta a caldo il presidente Cattani – lo sguardo che ho visto negli occhi di Benedusi e degli altri giocatori, fatto di quella tigna che non so dove ci potrà portare, ma sicuramente lontano dalle prestazioni dello scorso anno, mi ha veramente fatto piacere. Abbiamo rotto il ghiaccio, anche il pubblico ha risposto, speriamo che lo faccia sempre di più e che passi il messaggio che stiamo facendo le cose seriamente. Mercoledì ho un incontro in comune perché dal punto di vista della ricerca di sponsor ho fatto tutto quello che potevo fare da solo, adesso ho bisogno di una mano, ho bisogno di fatti. Per il momento però godiamoci questa vittoria”.

Il coach avversario Germano d’Arcangeli apostrofa Rieti come una delle squadre più forti del girone: “..forse la più forte, perché ha un allenatore e dei giocatori che hanno già vinto e che sono professionisti importanti. Ancora non ho visto Montegranaro, ma ho giocato contro Rieti in campionato e contro Latina in due amichevoli e credo che le due squadre si equivalgano. Questa era forse la partita più semplice con cui cominciare perché potevamo solo perdere. Il nostro obiettivo è la salvezza ed il campionato è per noi un giro d’Italia a tappe, questa era solo la prima, sapevamo che vincere qui non era nelle nostre possibilità”.

Nelle previsioni la gara non era così semplice come poi è stata nella realtà. La prima partita, soprattutto se in casa, è sempre un’incognita, ricca di insidie generate anche dall’emozione del debutto.

“Siamo entrati in campo sereni e consci delle nostre possibilità – spiega coach Luciano Nunzi – abbiamo cominciato bene sia a livello difensivo che offensivo, raccogliendo anche meno di quanto seminato visto che tanti tiri aperti purtroppo non sono entrati. Siamo ancora in preparazione di campionato e lo saremo più o meno fino alla quinta, sesta giornata di andata. Aggiungeremo quello che manca, limeremo le cose che non funzionano, ma l’atteggiamento mi è piaciuto molto. La voglia in campo anche quando la partita era praticamente finita che si vedeva ad esempio nel posizionamento dei giocatori sulla linea di penetrazione per prendere sfondamento o nel gettarsi sulla palla. E’ una squadra generosa, sono molto fiducioso nel gruppo, tutti dimostrano una grande disponibilità nei confronti dei compagni. Certo, vedremo quando il campionato ci metterà alla prova, già
da domenica prossima a Senigallia dove incontreremo una squadra per caratteristiche simile alle nostra, in un campo dove è storicamente difficile portare via la vittoria. Quello sarà il nostro banco di prova e vedremo come reagiremo alle difficoltà che dovremo fronteggiare. Mi aspetto, però, che quello sguardo negli occhi e l’atteggiamento mostrato in campo oggi ci sia sempre”.

Parziali 19-8, 39-16, 63-27, 73-40

NPC Rieti. Giampaoli 14, Biasich 2, Benedusi 12, Feliciangeli 8, Caceres 2, Ferraro 9, Ponziani 4, Musso 5, Scodavolpe 13, Mascagni 4. All. Nunzi

Stella Azzurra Oliviero, Moretti 9, Carosi, Albergovic 11, D’Ascanio L., Leonzio 4, Gasperini, Cucci 15, La Torre 1, Pappalardo.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*