La Provincia di Rieti si riappropria del PalaSojourner. Le contestazioni erano giuste

Lug 30, 2021 | Basket | 0 commenti

RIETI – A chi verrà assegnata la gestione del PalaSojourner? La gloriosa arena di Villa Reatina ha costituito oggetto di liti e controversie che, specialmente fino allo scorso mese di Gennaio, hanno caratterizzato il rapporto tra Npc e Real Sebastiani. L’evidente disagio  che ha segnato la stagione del due sodalizi reatini, ha avuto inizio nel mese di ottobre 2020 allorché la Npc, dopo aver ottenuto la gestione del PalaSojourner, elaborò un capitolato di utilizzo del palasport da parte dei terzi che faceva accapponare la pelle. Npc chiedeva alla Sebastiani, che voleva l’utilizzo del PalaSojourner, una cifra iperbolica: addirittura 1700 euro per ogni gara di campionato. L’intervento della Provincia e del Presidente Mariano Calisse, più in particolare, consentì alle due squadre di trovare un accordo: “soltanto” 1200 euro per giocare una partita di campionato. La Provincia di Rieti, tuttavia, si accollò l’onere di integrare questa cifra (con 200 euro a partita?) così che Npc e Sebastiani giunsero ad un accordo. La squadra del patron, Roberto Pietropaoli, riuscì a disputare 10 partite al PalaSojourner, larga parte delle quali furono giocate nei mesi di Maggio e di Aprile, quindi senza dover usufruire dell’impianto di riscaldamento (costosissimo), ma pagando sempre 1200 euro per gara. La Npc aveva il diritto di conservare la gestione del PalaSojourner  ancora per un anno e sembrava che il sodalizio amarantoceleste fosse interessato a tale evenienza. Ciò nonostante la retrocessione della Npc in serie B, dovuta ad una gestione societaria in evidente difficoltà. Tuttavia, nell’ultimo mese, qualche cosa deve essere accaduto perché, ad oggi, non è per nulla scontato che sarà ancora la Npc a gestire la gloriosa arena di Villa Reatina. Sabinia Tv ha ascoltato il Presidente della Provincia di Rieti, Mariano Calisse che da sempre è stato il dominus nell’utilizzo di questa struttura. Calisse non ha voluto rilasciare dichiarazioni specifiche, limitandosi però ad asserire: “tra poco comunicheremo le nostre decisioni alle due società interessate, Npc e Real Sebastiani”. Viene da credere che, dopo i disastri imputabili alla trascorsa gestione, le liti che hanno caratterizzato i rapporti tra Npc e Sebastiani come, pure, tra le contraddistinte tifoserie, la Provincia di Rieti ed il Presidente Calisse siano finalmente intenzionati a riappropriarsi di ciò che alla Provincia di Rieti appartiene: il PalaSojourner. La gloriosa arena di Villa Reatina, quindi, tornerà in tutto e per tutto all’ente pubblico che ne è proprietario (finalmente!). E la Provincia di Rieti farà un nuovo bando di gestione, ma all’esito di approvazione del Regolamento. Ergo: il soggetto o i soggetti che potranno gestire il PalaSojourner, non soltanto dovranno pagare all’ente proprietario un costo di gestione (la Npc corrispondeva 1800 euro mensili), ma saranno poi chiamati a gestirlo nei confronti di  eventuali terzi, applicando non propri capitolati, bensì il Regolamento approvato dalla Provincia a garanzia e tutela dei diritti della collettività. L’auspicio, per dire il vero, è che la Npc e la Real Sebastiani ottengano la piena cogestione del PalaSojourner, ripartendosi equamente le spese ed i costi, approvandone amichevolmente l’utilizzo, sia per le partite di campionato che per le sedute di allenamento. Ciò sarebbe utile anche per ricreare un rapporto magari non amichevole, ma quanto meno di tolleranza tra le contraddistinte tifoserie. (Valerio Pasquetti)

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi