LA REAL SEBASTIANI HA GIA’ VINTO: CON UNA “BOMBONIERA” NUOVA DI ZECCA E LE MAGLIE CHE FURONO DELL’ARRIGONI E’ ORA PRONTA PER IL GRANDE SALTO IN A2

Ott 18, 2020 | Altre Notizie | 0 commenti

RIETI – Roberto Pietropaoli è stato artefice di un piccolo, ma straordinario miracolo sportivo. E non soltanto! In soli 15 giorni la tensostruttura che si trova presso il campo di calcio del Gudini è stata rigirata come un guanto e trasformata in una deliziosa bomboniera ad uso esclusivo del basket e della Real Sebastiani. Il complimento più bello, Roberto Pietropaoli, lo ha ricevuto ieri mattina, in diretta, al momento del taglio del nastro voluto per inaugurare la nuova casa-Real Sebastiani, dall’onnipresente Roberto Donati, amministratore comunale con delega allo sport, caloroso e sensibile, appassionato, autentico e sincero. “Siamo noi che ringraziamo te, Roberto, è la città di Rieti che ringrazia la famiglia Pietropaoli per questa meravigliosa bomboniera! Grazie”, ha ripetuto più volte Donati. Avvalendosi della preziosa, fattiva e professionale collaborazione di “Zac” – proprio uomo di fiducia – il patron reatino ha realizzato, dal nulla, qualche cosa che, a Rieti, mai era esistito prima. Si è cominciato dalla copertura della tensostruttura, il telo in materiale plastico: eliminato il vecchio, si è provveduto ad installarne uno nuovo. Poi è stata la volta del parquet, realizzato con materiali di primissima qualità. La pavimentazione in legno é stata appoggiata su di un’apposita, morbida schermatura idonea a recepire ed attutire corse e balzi, arresti e tiri degli atleti così da cautelarne legamenti ed articolazioni. Le misure del campo di gioco sono regolamentari, da serie A e così pure le distanze del rettangolo di gara dai posti a sedere. I canestri, poi, sono il top: nulla da invidiare a quelli in uso presso il PalaSojourner che, anzi, rispetto a questi sono vetusti e non poco. In un angolo della palestra è stata allestita una sorta di sala pesi e attrezzi idonei a completare la preparazione fisica della squadra. Tutto ciò brandizzato col marchio: Real Sebastiani. Pietropaoli non ha dimenticato gli spogliatoi e gli uffici che sono stati collocati in un’altra tensostruttura retrostante: tutto bellissimo, tutto nuovo di zecca. Pietropaoli ha voluto completare il proprio piccolo, enorme miracolo sportivo (il lettore comprenderà la ragione dell’ossimoro) presentando i vari Bagnoli, Ndoja, Bagnoli, Loschi e tutti gli altri cestisti che sono entrati in campo, uno ad uno, indossando le divise ufficiali della Real Sebastiani. Una muta bianca e rossa, un’altra gialla e rossa praticamente identiche a quella della mitica Arrigoni AMG Sebastiani. La squadra che fu di Meely e Sojourner, poi Lee Johnson, Brunamonti e Zampolini, poi Danzi che conquistò due semifinali scudetto e ben due finali di Coppa Korac e che portò a casa il trofeo nell’ormai lontanissimo 1980. Per i molti amanti della pallacanestro reatina presenti sugli spalti è stato un meraviglioso, emozionante dejavu che ha chiamato direttamente in causa Claudio e Paolo Di Fazi, discendenti diretti di Italo Di Fazi artefice, unitamente al presidente Renato Milardi, di quell’incredibile miracolo sportivo che portò una minuscola cittadina di provincia a primeggiare, per anni, con le migliori compagini italiane ed europee. Stride, con tutto ciò, la mancanza dei vertici istituzionali e delle massime rappresentanze cittadine: il sindaco Antonio Cicchetti (la cui assenza trova una parziale esimente nella presenza dell’ottimo Donati) ed il presidente della Provincia Mariano Calisse su tutti. Gioverà rammentare ai nostri, solerti amministratori che, mentre le più importanti strutture sportive cittadine versano, ormai da anni, in uno stato pietoso (prima della ristrutturazione attualmente in corso il PalaSojourner – il cui restauro, nel 2007, costò ben 3 milioni di euro -, è stato abbandonato al suo destino senza mai curarsi neanche delle ordinarie opere di piccola manutenzione come, pure, della pulizia), Roberto Pietropaoli ha saputo realizzare un “miracolo” imprenditoriale e sportivo di grandissimo rilievo in appena 15 giorni. Ciò senza che Cicchetti e Calisse abbiano reputato congruo gratificarne gli sforzi con la propria presenza. Peccato che, in più anni di (lungimirante?) amministrazione, né l’uno e né l’altro siano stati lontanamente capaci soltanto di avvicinare quel che Roberto Pietropaoli ha saputo fare, investendoci unicamente del proprio, in pochissimi giorni. Chapeau! (Valerio Pasquetti)

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi