La Sebastiani dei campioni “asfalta” Avellino e guarda al primo derby della storia reatina contro la Npc

Set 13, 2021 | Basket | 1 commento

RIETI – Real Sebastiani: buona, anzi, ottima la prima! Il team di Alex Finelli si esalta all’esordio stagionale contro Avellino, imponendo una dura lezione ai lupi irpini. Il successo era assodato. Tuttavia le modalità con le quali è stato raggiunto, dopo neanche un mese di allenamenti, inducono ad essere molto, molto ottimisti sul prosieguo dell’annata sportiva. La premessa, d’obbligo, è una: l’amata Sebastiani ha un allenatore vero, un tecnico competente, preparato ed avveduto. I risultati sono consequenziali. La squadra è l’esatto contrario della non-squadra osservata lo scorso anno. Gli effettivi fruibili sono addirittura 10 (senza considerare l’assenza per infortunio di Stanic) e Finelli, da coach di primissimo livello, li utilizza per il tempo che necessita. Non abusa della fisicità e della tecnica di nessuno, come invece accadeva con Alex Righetti. Traini (straordinaria la sua performance, nonostante una condizione fisica non in linea con i compagni), Ndoja e Loschi non sono più i “tre tenori” di una squadra che non esiste, bensì i tre elementi di un gruppo solido, coeso, già ben affiatato. Ciascuno recita a dovere la sua parte. Ciascuno porta il proprio mattone per una prestazione ottimale. Colpiscono le performance dei giovani. Piccin, Dijeng e Roman sono devastanti. Questi ragazzi difendono bene, recuperano possessi, sono veloci, segnano, schiacciano. Il georgiano sta migliorando di giorno in giorno ed ha soltanto 20 anni. Fisicamente è una forza della natura. Per essere un lungo ha un buon tiro. Non nutre timori reverenziali, ha margini di progresso che ne sollecitano l’acquisto del cartellino (Roman è in prestito da Scafati). Piccin non era mai apparso tanto incisivo, volenteroso, concludente, ottimo tiratore, capace di schiacciare con facilità. Djieng è cresciuto nelle giovanili del Barcellona (il club spagnolo, ovvio), ha una struttura fisica senza eguali per un ragazzo di 20 anni, buona tecnica, abile difensore, può diventare prima scelta anche in A2 e, con una maestro del calibro di Alex Finelli, così sarà. Quanto ai cestisti “nobili” della Real Sebastiani, vi è poco da aggiungere. Finelli li ha utilizzati col contagocce, ma loro hanno fatto molto male ai propri, costernati avversari. Piazza e Traini sono playmaker eccelsi, al pari di Stanic che rientrerà tra due o tre settimane. Contento supporta i portatori di palla e gioca da guardia. Loschi con Ndoja si spendono al pari degli altri e non sono gravati degli esagerati oneri che loro incombevano la trascorsa stagione. Ghersetti è un argentino in tutti i sensi: ottimo! Chiumenti è il centro per eccellenza, uno che in B non esiste per niente e che soltanto la Real Sebastiani può vantare. Adesso il pensiero va al successivo impegno di Coppa che, come quello contro Avellino, dovrebbe essere una formalità. Ma, soprattutto, vi è attesa ed anche apprensione per ciò che potrebbe accadere domenica ventura allorché Npc Rieti e Real Sebastiani potrebbero essere avversarie per il primo derby della storia nella Rieti dei canestri. (Valerio Pasquetti)

1 commento

  1. Concordo pienamente che questa squadra è profondamente diversa da quella dello scorso anno soprattutto in difesa ma non affida più ai solisti la responsabilità di gioco in attacco è un coro armonico che passa in tutti i ruoli con rilevanza nel pitturato.prevedo un bel divertimento.

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi