La Sebastiani vince, ma soffre esageratamente contro Reggio Calabria: con queste premesse salire in A2 sarà un’impresa

Mar 29, 2021 | Basket, Sport | 0 commenti

E’ stato scritto e detto più volte: non è questa la strada giusta per andare in paradiso (leggi: serie A2). I reatini – costretti a ritornare nel palasport amico di Valmontone per il contemporaneo impegno della Npc al PalaSojourner contro Napoli – soffrono davvero tanto, troppo per avere ragione di Reggio Calabria. La Viola – va detto per onestà intellettuale – aveva già tirato lo sgambetto qualche settimana or sono a Taranto. Quindi c’era da aspettarsi una partita rognosa, difficile ed impegnativa. Tuttavia nessuno avrebbe mai immaginato di assistere ad un match di autentica, sovrastimata sofferenza per gli uomini di Alex Righetti. La Viola ha fatto propria l’inerzia della contesa e l’ha mantenuta per larghi tratti, creando un gap prossimo alla doppia cifra nei confronti degli inebetiti avversari reatini. La Sebastiani è parsa incapace di imbastire azioni di gioco lineari, semplici ed efficaci come sempre o quasi è accaduto in questa stagione. I reatini, è un’abitudine, si sono affidati alle conclusioni dalla distanza, ma le polveri bagnate da parte di un po’ tutti gli effettivi ed in particolare di Loschi, non hanno consentito alla squadra di compiere la stessa partita di Catanzaro. La Viola, con una difesa aggressiva (ormai tutte le compagini sono consapevoli che la Real soffre se i propri, talentuosi atleti vengono agonisticamente “oppressi ed asfissiati”) ha condotto con merito per circa due terzi di gara. Nell’ultimo parziale la Sebastiani è riuscita ad emanciparsi, qualche tiro in più è andato a segno, Genovese che aveva imperversato, si è spento così che i reatini sono arrivati a giocarsela punto a punto. Nelle ultime e più delicate fasi, si è compreso per quale ragione Basile fosse considerato fino a qualche anno or sono un prospetto dalle enormi potenzialità. Basile ha realizzato i canestri decisivi, ha recuperato un possesso di incommensurabile valore, ha difeso con intensità. Il merito di questa affermazione può essergli in buona parte ascritto. Ciò non toglie che la prestazione di Rieti, nonostante la vittoria (soltanto questo c’è di buono nel frangente) sia da stigmatizzare. La Sebastiani ha concesso davvero troppo alla Viola, tanto è vero che, negli ultimi 30 secondi di gara, i reggini hanno avuto addirittura tre possessi consecutivi per comodi tiri dall’arco. La dea bendata e la scarsa precisione degli ospiti hanno fatto il resto, ma se soltanto uno di quei tiri fosse entrato, ora staremmo qui a parlare di ben altro. Gioverà ripetersi, anche a costo di diventare noiosi: nulla quaestio se la Sebastiani non avesse quale unico obiettivo la promozione in serie A2. Invece proprio le legittime e sbandierate ambizioni della dirigenza, inducono a nutrire perplessità sempre maggiori in merito alla riuscita dell’impresa. Squadra ricca di talento, ma poco fisica, la Sebastiani soffre oltre misura nel momento in cui gli avversari mordono in difesa come mastini. E, allo stesso modo, la Sebastiani arranca e fatica oltre il lecito nel contenere le sfuriate offensive dei rivai di turno. Traini non può essere il giocatore visto contro la Viola, ma neppure quello deludente ed inconcludente andato in evidente affanno contro Taranto. E’ netta la sensazione che la Sebastiani – ricca di eccellenze cestistiche e profonda come nessuna squadra di serie B – non riesca a sfruttare, se non in minima misura, le proprie enormi potenzialità. Si tenga conto, altresì, che a tutt’oggi la Viola ha vinto la miseria di 4 partite e ne ha perse 13. Poi soffrire ci sta e contro tutti. Ma non sono di certo queste le giuste premesse per ambire alla promozione in serie A2. La giornata, di positivo, porta in dote il successo ottenuto contro Reggio Calabria e saluta l’inattesa sconfitta di Taranto – battuta 82-76 a Cassino. Per il resto non c’è di che esser granché lieti. Ora il campionato si ferma per le festività pasquali, ma non il basket perché nel prossimo week end la Real Sebastiani sarà impegnata a Cervia-Rimini per le final8 di Coppa Italia.

di: Valerio Pasquetti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi