Basket, Sport

LA ZEUS NPC TIRA UN SOSPIRO DI SOLLIEVO: “JJ” FRAZIER POTRA’ GIOCARE LA GARA DI ESORDIO IN CAMPIONATO CONTRO BIELLA

  • Bobby Jones quando ha vestito la maglia dei Memphis Grizzlies

    1/2
  • Le foto ritraggono Bobby Jones quando ha vestito la maglia dei Philadelphia 76

    2/2

Di: Valerio Pasquetti

Il giocatore americano è stato dimesso intorno all’ora di pranzo dal De Lellis: la diagnosi parla di “frattura composta del setto nasale” e ciò consentirà al play americano di giocare con una particolare maschera protettiva. Corsa contro il tempo per tesserare l’ottimo lungo Bobby Jones che sarà a Rieti quanto prima, nella speranza che possa giocare già al cospetto dei piemontesi. Nella circostanza Rieti avrà certamente Aleksa Nikolic, ala forte di origine serba proveniente da Treviso per il cui definitivo ingaggio manca soltanto l’ufficialità.

RIETI – “JJ” Frazier sarà regolarmente in campo in occasione della gara di esordio del campionato di A2, domenica 7 Ottobre al PalaSojourner, contro l’ostica Biella. E’ questa la “più bella” notizia della domenica mattina. L’atleta statunitense è stato dimesso dall’ospedale De Lellis di Rieti giusto intorno alle 13 e 30 di oggi. Il presidente Giuseppe Cattani in persona, con il figliuolo Andrea, si è recato presso il nosocomio reatino per riaccogliere “JJ”, dato “in dimissione” dai medici e consentirgli di vivere nel migliore dei modi il pasto domenicale come è nelle migliori tradizioni della nostra terra. Frazier, in occasione di un normale contrasto di gioco durante l’amichevole che si stava disputando sabato sera al cospetto della pugnace Roseto, ha riportato la frattura del setto nasale. “JJ” ha trascorso la notte in osservazione ed è stato sottoposto ai controlli strumentali e diagnostici di rito che hanno evidenziato la natura “non scomposta” della frattura al setto nasale. Tutti, a questo punto, possono tirare un sospiro di sollievo perché Frazier potrà giocare l’esordio di campionato avverso Biella. Magari non sarà al top della condizione, ma “JJ” sarà della partita e questo, stanti le premesse dell’accidente occorso la sera antecedente il “dì di festa”, è importantissimo. Frazier “vestirà” l’abituale maschera protettiva che sovente si osserva in circostanze del genere ed alle quali, purtroppo, i giocatori di basket sono avvezzi. Frazier, poi, paga la sua mole non propriamente “enorme” ed una statura “piccolina”che lo espone maggiormente ai duri colpi dei “giganti del basket”. Le notizie afferenti un altro infortunato illustre, Bonacini, rimasto vittima di una scavigliata della quale è stato complice il gioco aggressivo ed ai limiti del lecito dei rosetani (ma Roseto ha operato una fusione con la Stella Azzurra Roma e larga parte degli effettivi di questa compagine provengono dal sodalizio capitolino, da sempre celebre per vantare un settore giovanile all’avanguardia), sono parimenti confortanti. Quindi sia Frazier che Bonacini potranno essere utilizzati da Ale Rossi contro Biella anche se, stante il momento non propriamente felicissimo, scongiuri e gesti scaramantici non devono mai mancare. Le buone notizie della domenica non finiscono qui. Nei prossimi giorni è atteso a Rieti il giovane Aleksa Nikolic. L’ala forte di origine serba, proveniente dal vivaio di Treviso, vestirà di amaranto e di celeste. A questo momento manca soltanto l’ufficialità, ma Nikolic rinforzerà e non di poco il reparto lunghi della Zeus NPC, allungando al contempo le rotazioni del coach Alessandro Rossi. C’è fermento, poi, per la definizione delll’ingaggio di Bobby Jones. L’ex NBA sarà il secondo straniero di Rieti, in surroga di Jarvis Williams che rimane a Rieti, in attesa di reperire una sistemazione che lo soddisfi. Bobby Jones, invece, è ancora negli Stati Uniti, a Los Angeles e gli uomini della Zeus NPC, con il GM Gianluca Martini in testa, dovranno fare i salti mortali per tesserarlo entro i termini (venerdì venturo) al fine di consentirne l’esordio avverso Biella. L’auspicio è che questa corsa contro il tempo osservi vincente la compagine reatina o, in caso contrario, la Zeus NPC si limiterà a schierare il solo “JJ” Frazier, con un handicap evidente al cospetto di una formazione di sicuro impatto qual è Biella. La Rieti dei canestri, rivisitata e corretta in corso d’opera, a distanza di una sola settimana dall’esordio ufficiale, si schiera ora ai nastri di partenza del torneo con maggiori credenziali, rafforzata e confortata dagli innesti di Nikolic e di Bobby Jones in particolare, seppure con l’handicap per la coartata assenza dell’infortunato Alberto Conti (in attesa di intervento chirurgico per ridurre una frattura scomposta alla mano). La partita amichevole giocata sabato sera contro gli Sharks di Roseto, al di là di una combattività fuori luoghi – come sempre – degli uomini del coach D’Arcangeli, ha evidenziato gli ineludibili progressi della formazione di Rossi la quale, seppure evidentemente rimaneggiata ed azzoppata dagli eventi che hanno caratterizzato la vigilia del match e l’incedere della gara medesima, si è palesata coesa e competitiva. In specie Tomasini e Toscano sono parsi pienamente riabilitati dopo le non brillanti performance relative al quadrangolare Aria Sport Cup. Insomma, le premesse per fare bene ora ci sono davvero tutte. Ma a condizione che anche la dea bendata, fino ad oggi mai particolarmente munifica verso il sodalizio del presidente Cattani, si mostri finalmente propizia ai colori amaranto celesti.

Potrebbe interessarti anche