Altre Notizie

La Zeus ospita Napoli con l’intento di cogliere la prima vittoria in campionato

RIETI – La Zeus NPC e’ pronta per l’esordio casalingo in questo torneo di serie A2. Ale Rossi ed i suoi ragazzi vogliono archiviare il pessimo abbrivio di sabato scorso contro Treviglio e brindare al primo successo stagionale (palla a due Mercoledì alle ore 21 al PalaSojourner) contro Napoli. “Non sarà per nulla facile – afferma il tecnico della Zeus, Ale Rossi – i partenopei dispongono di un quintetto di assoluto rilievo con Roderick, Jerrod, Monaldi, Sandri, hanno Chessa pronto ad alzarsi dalla panchina, ma che giocherebbe titolare in qualunque squadra di questa lega”. Eppure, in casa propria, avverso il Latina, i partenopei non ce l’hanno fatta. “Probabilmente difettano ancora di amalgama – prosegue Rossi – ma quanto a talento, ne possiedono a volontà’. Ho visto la gara contro i pontini, Napoli era sotto di 12, ma con tre minuti di gioco arrembante l’avversario pontino e’ stato riacciuffato. Roderick e Jarrod incutono timore, Monaldi e’ cestista di categoria superiore, Sandri ottenne lo scorso anno la promozione con Roma. Per spuntarla dovremo essere più sicuri e determinati di quanto non sia stato contro Treviglio” Già, ma a Treviglio che cosa e’ successo? “E’ presto detto – dice Rossi – i lombardi sono ormai una realtà di questo torneo, hanno conservato 4 o 5 effettivi dello scorso torneo. Sotto canestro sono alti e forti con Borra e Pacher, abbiamo sofferto la loro aggressività, il loro agonismo, non ci siamo fatti trovare pronti e abbiamo pagato tutto questo. Vildera si e’ lasciato intimorire, sbagliando subito “4 rigori” (tiri facili) in avvio, la gara si e’ messa in salita e ci è sfuggita di mano perché, pur restando attaccati all’avversario, mai abbiamo dato la sensazione di portarla a casa”. La NPC dovrà fare ancora a meno di Stefanelli e questa, per Rossi e per la Rieti dei canestri, e’ una perdita grave. Il forte atleta ex Tortona e Biella recupererà mai dagli accidenti fisici che lo tormentano? “Il ragazzo sta seguendo alla lettera il programma di riabilitazione atletica che e’ stato stilato per lui – prosegue Rossi – tuttavia soltanto nel momento in cui egli tornerà a confrontarsi liberamente in allenamento in una partita a tutto campo con i suoi compagni, potremo avere certezze in merito ad una sua, piena disponibilità “. Resta fermo che la Zeus ha cominciato questo campionato senza il suo 3 titolare. Ciò finisce con accrescere le responsabilita’ dei compagni di squadra e di Brown più in particolare che, per caratteristiche tattiche e tecniche, e’ colui che più si avvicina al ruolo di Stefanelli. Passera e Fumagalli saranno chiamati ad un contributo maggiore e di sostanza rispetto a quanto fatto contro Treviglio allorché hanno prodotto un solo punto in due. Vildera dovrà vedersela con Sherrod che e’ un cliente scorbutico. Cannon, ma anche Filoni e Pastore sanno il fatto loro. Il resto saranno chiamati a farlo i supporters reatini. Sul finire della scorsa stagione, in occasione dei play off, furono costantemente in 3000 ad assiepare le tribune del PalaSojourner. Sarà interessante verificare quanti, tra quei 3000, saranno presenti Mercoledì sera per incoraggiare i nuovi beniamini della Zeus NPC. (Valerio Pasquetti)

Potrebbe interessarti anche