Altre Notizie

Lavori di adeguamento del PalaSojourner, la Provincia all’ente gestore: “calendarizzazione entro Ferragosto o, in mancanza, revoca della concessione”.

RIETI – La Zeus NPC Rieti potrà disputare il prossimo campionato di serie A2 nella gloriosa Arena del PalaSojourner? Nel corso di una conferenza stampa, tenuta ormai quasi due mesi or sono, il presidente della Zeus NPC, Giuseppe Cattani, informò la collettività in merito alla necessità di cogenti opere di ristrutturazione del palasport in mancanza delle quali, la Fip e la Lega, avrebbero adottato provvedimenti sanzionatori non meglio specificati a danno della NPC. E’ trascorso molto tempo da allora. La Rieti dei canestri rischia – l’alea è cogente nella peggiore delle ipotesi – di dover disputare il prossimo campionato altrove nella eventualità in cui tali opere non dovessero essere effettuate nei termini. Ma qual è la situazione? Che cosa sta facendo l’ente gestore? Che cosa la Provincia di Rieti nella qualità di ente proprietario? Notizie ufficiali non ve ne sono. Tuttavia, in forma del tutto ufficiosa, qualche notizia trapela dal Palazzo d’Oltre Velino. L’amministrazione provinciale, nella persona del presidente Calisse e del dirigente Orlando, non si è dimostrata insensibile alle oggettive, legittime necessità della Zeus NPC che, gioverà rammentarlo, sborsa svariati migliaia di euro per avere la locazione della gloriosa Arena di Villa Reatina. La Provincia avrebbe incontrato i rappresentanti dell’ente gestore. Nel frangente, l’ente gestore sarebbe stato diffidato dall’ente Provincia ad effettuare i lavori richiesti da Fip e Lega (in specie la ristrutturazione degli spogliatoi e dei servizi igienici al servizio del pubblico) entro il prossimo 15 agosto (utopia?) ovvero a procedere ad una calendarizzazione dei lavori medesimi. Nella eventualità in cui l’ente gestore dovesse dimostrarsi inadempiente, l’amministrazione provinciale non esiterebbe ad attivare immediatamente la “procedura di recesso” dal vincolo contrattuale con la medesima società che, gioverà rammentarlo, ottiene dalla Provincia di Rieti anche la gestione della piscina di Campoloniano e del Pattinodromo e questo con la medesima concessione afferente il PalaSojourner. Insomma, un autentico ginepraio dal quale non sembra agevole poter uscire. Resta fermo che Giuseppe Cattani e la NPC pagano fior di quattrini (40 mila euro annui?) per poter fruire di una struttura – il PalaSojourner – che, l’ente gestore come l’ente proprietario, hanno l’obbligo di fornire per legge in condizioni idonee all’uso. Nella eventualità in cui i lavori non dovessero essere espletati nei termini imposti da Fip e Lega, il danno per la Zeus NPC e per il presidente Cattani potrebbe essere rilevantissimo. Non è escluso infatti che, dopo tre anni di concessione in deroga, “il palazzo” (Fip e Lega) neghi (provvedimento sanzionatorio?) alla NPC l’uso della gloriosa Arena di Villa Reatina con l’obbligo di dover disputare le gare casalinghe o parte di queste su campo neutro. Sarà realmente così? Non è dato saperlo. Quel che è certo è che questo ritardo e questo procrastinare di certo non giova agli interessi della causa amaranto celeste come del popolo (affezionato) della Rieti dei canestri. (Valerio Pasquetti)

Potrebbe interessarti anche