Altre Notizie

Lo Jucci al Premio letterario Città di Rieti

Come di consueto, il “Premio letterario Città di Rieti” coinvolge le scuole con il progetto “Adotta un libro”. Per questo la quarta A del Liceo Scientifico C.Jucci ha ricevuto il compito di presentare La sartoria DI Via Chiatamone, di Marinella Savino, il primo romanzo della cinquina finalista di quest’anno.
La storia, ambientata a Napoli durante la seconda guerra mondiale, ruota intorno alla protagonista Carolina, donna forte, coraggiosa, determinata a tutto pur di salvaguardare la famiglia e garantire ad essa un vitto adeguato. Capace di trovare soluzioni di volta in volta diverse, è anche dotata di grande umanità verso le persone che le ruotano intorno.
Ecco perché i ragazzi della quarta A hanno trovato molte analogie tra l’eroina e il principe machiavellico, la cui virtù sta nella capacità di intuizione, di soluzione, di pragmatismo, e duttilità finalizzate a rafforzare lo stato.
La differenza tra i due personaggi consiste però, dicono i ragazzi, nella pietas che Carolina mostra e che la rende un personaggio generoso, altruista, comprensivo dei drammi altrui, che siano la perdita del lavoro o della casa o di un figlio.
Carolina, hanno detto i ragazzi, è il perfetto prototipo di tutte le donne forti e coraggiose che in guerra da sole pensarono alle proprie famiglie, ma anche è esempio di una recente letteratura che, come d’altra parte anche il cinema, pone il riflettore su figure femminili protagoniste indiscusse della storia pubblica o privata.
La scrittrice è rimasta molto colpita dall’approfondimento effettuato dai ragazzi e si è complimentata con i due relatori, Emiliano Santori e Sofia Braconi.
Nella foto, l’autrice, i due relatori ed altri ragazzi dello Jucci

Potrebbe interessarti anche