Altre Notizie

MONTEBUONO, INAUGURAZIONE SEDE SERAR E DEL “LABORATORIO SABINO”

Troveranno sede anche l’Associazione dei Comuni della provincia di Rieti – SER.A.R. e il primo laboratorio di marketing territoriale della Sabina nei locali della struttura polifunzionale di Montebuono, in via Roma, che verranno inaugurati domenica 24 maggio, a Montebuono.

L’evento si colloca nel più ampio programma inaugurale della struttura che è stata finanziata dal Gal Sabino, nell’ambito del P.S.R. 2013, per accogliere Centro Visita ed annesso itinerario naturalistico.

“Non è un caso che la sede di SER.A.R. condivida lo spazio del Centro Visita – dice il sindaco Dario Santori – visto l’impegno che l’associazione dei Comuni e la sua segreteria, Impresa Insieme, stanno mettendo proprio sul tema degli itinerari. Molti sono i progetti che l’Associazione sta portando avanti: RE.TU.AR., per esempio, sta realizzando l’ottimizzazione della fruizione degli itinerari archeologici; il progetto “Benvenuti in Sabina” sta coinvolgendo i centri anziani nella definizione di itinerari storici, ambientali ed enogastronomici; e il progetto “La Via Maestra” coinvolge docenti e alunni dell’Istituto Pertini sulla promozione del territorio”.

Maggiore soddisfazione è espressa dal sindaco per la contestuale inaugurazione del Laboratorio che sarà aperto a tutti i giovani, grazie ad una convenzione con Impresa Insieme. Il laboratorio ospiterà intanto l’associazione giovanile “Laboratorio Sabina” Essa è costituita dai giovani che si sono formati nelle diverse edizioni del progetto “Sabinamark” (capofila Magliano Sabina) e da loro giovani colleghi, che hanno colto l’opportunità costituita dal programma Torno Subito, della Regione Lazio e che, dopo la formazione fuori regione, fino a settembre saranno in tirocinio presso le realtà del territorio reatino. Saranno proprio loro, ad esempio, ad accogliere i giovani universitari e laureati che cercheranno le informazioni sullo stesso programma regionale alla sua seconda edizione e che vorranno essere seguiti nella scelta del programma di professionalizzazione che la Regione è disposta a finanziare.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*