Altre Notizie

MUSEO DEI PRESEPI DI GRECCIO E BIBLIOTECA DELLA DIOCESI A POGGIO MIRTETO, PROGETTI FINANZIATI DALLA REGIONE

Il Museo dei Presepi di Greccio e il Museo e biblioteca della Diocesi Sabina a Poggio Mirteto sono tra i 32 progetti finanziati grazie ai 6 milioni e 300 mila euro stanziati dalla Regione Lazio attraverso il bando sulla valorizzazione dei Luoghi della Cultura.

Grazie ad uno stanziamento di ulteriori 2 milioni e 834 mila euro, che va ad aggiungersi a quello iniziale di 3 milioni e 460 mila euro del gennaio scorso, la Regione è riuscita a finanziare tutti i progetti ammessi a finanziamento.

Con questi fondi i musei, le biblioteche, gli istituti culturali, le aree archeologiche e quelle monumentali del Lazio potranno:

effettuare interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria;
intervenire per migliorare l’accessibilità e fruibilità dei luoghi, in particolare nei confronti di persone con disabilità fisica, sensoriale o cognitiva;
operare interventi di adeguamento e allestimento di spazi espositivi e di accoglienza incluso il miglioramento delle attrezzature, degli arredi e l’implementazione dei servizi informatici;
effettuare interventi sull’impiantistica, con particolare riferimento agli impianti che garantiscono la sicurezza e la tutela del patrimonio posseduto;
Intervenire per realizzare infrastrutture di interconnessione funzionale dei luoghi della cultura inseriti nei sistemi culturali esistenti e riconosciuti con lo scopo di migliorarne la fruibilità.

Grazie all’impegno della Giunta Zingaretti, che è riuscita a reperire ulteriori risorse, si è riusciti a finanziare tutti i progetti che avevano ottenuto il punteggio minimino per essere ammessi, compreso il Museo dei Presepi di Greccio che era tra i progetti ammessi ma non finanziati. Questo ulteriore finanziamento è l’ennesima dimostrazione tangibile di quanto la Giunta che guida questa Regione creda nell’importanza della valorizzazione e del recupero dell’immenso patrimonio culturale che il Lazio dispone: accanto all’importanza di azioni che tendano a preservare e conservare luoghi simbolo, custodi della nostra memoria storica e delle nostre tradizioni, con questi interventi la Regione cerca di cerare i presupposti perché questa ricchezza possa essere messa a sistema e soprattuto essere fruibile dal maggior numero di persone possibile, con particolare attenzione alle categorie disagiate, in modo da essere più facilmente e consapevolmente tramandata.

Questi tutti progetti finanziati:

Boville Ernica – Biblioteca comunale
Ceprano – Museo archeologico Fregellae “Amedeo Maiuri”
Castrocielo – Area archeologica Aquinum
Piedimonte S. Germano – Biblioteca comunale
Roccasecca – Biblioteca comunale “Libri in comune”
Cisterna di Latina – Biblioteca comunale Palazzo Caetani
Latina – Museo civico “Duilio Cambellotti”
Priverno – Palazzo San Giorgio – Museo della Matematica
Sabaudia – Museo civico Emilio Greco
Sezze – Biblioteca comunale. Sezze Centro
Terracina – Archivio storico
IPAB SS. Annunziata (Gaeta) – Complesso monumentale SS Annunziata
Diocesi Sabina-Poggio Mirteto – Museo e biblioteca della Diocesi Sabina – Poggio Mirteto
Greccio – Museo dei Presepi
Albano Laziale – Area archeologica Anfiteatro Severiano
Allumiere – Palazzo della reverenda camera apostolica
Arcinazzo Romano – Museo archeologico Villa di Traiano
Colleferro – Biblioteca Civica – Archivio Morandiano – Centro di Documentazione Colleferro 900
Sacrofano – Biblioteca comunale
San Cesareo – Biblioteca comunale
Santa Marinella – Parco archeologico Castrum Novum
Sant’Oreste – Museo diffuso percorso della memoria
Subiaco – Polo museale della Rocca Abbaziale
Tolfa – Polo culturale Padri Agostiniani
Velletri – Complesso Casa delle Culture e della Musica
Zagarolo – Museo civico del Giocattolo
Comunità Montana XI – Castelli Romani – Parco archeologico culturale del Tuscolo
Blera – Biblioteca comunale “Domenico Mantovani”
Canepina – Museo delle Tradizioni popolari
Marta – Biblioteca comunale “Alfredo Tarquini”
Montalto di Castro – Parco archeologico naturalistico di Vulci – Poggetto Mengarelli
Viterbo – Biblioteca degli Ardenti. Palazzo Santoro

Potrebbe interessarti anche