Npc e Real Sebastiani attese da partite decisive per i destini dei rispettivi sodalizi amarantocelesti

Mag 23, 2021 | Basket | 0 commenti

RIETI – Npc e Real Sebastiani non si sono mai amate. Tra la compagine allenata da Alessandro Rossi e quella guidata da Alex Righetti non vi è stato mai un afflato empatico. O, sarebbe meglio soggiungere, tra le due società.  E non è questo il tempo di analizzarne le ragioni. Oggi, domenica 23 Maggio, non si può non rimarcare come i destini delle due squadre possano ritenersi vincolati al raggiungimento di uno stesso fine: tenere alto il nome della Rieti dei canestri. La Npc al fine di preservare la militanza in serie A2; la Real Sebastiani per seguitare a cullare l’obiettivo della promozione al piano  superiore. La Npc comincerà oggi il proprio play out contro Biella, potendo fruire di un (relativo) privilegio: godere del fattore campo. Che, poi, in mancanza di pubblico, è un privilegio sui generis. Dalton Pepper e gli altri dovranno vincere tre gare avverso i piemontesi per garantirsi la permanenza nella categoria. Oggi sarà giocata gara-1, martedì vi sarà la replica, sempre in un PalaSojourner desolatamente vuoto. Poi Biella e Rieti si trasferiranno in Piemonte per la prosecuzione della contesa. In caso di parità, la sfida decisiva di gara-5 sarà disputata nella gloriosa arena di Villa Reatina. Le previsioni della vigilia sono un autentico rebus per il team guidato da Ale Rossi che inserisce Jeremiah Wilson – americano di passaporto portoghese – al posto di Taylor. Rossi recupera alcuni tra i lungodegenti reduci dal covid – Sabatino e Sanguinetti – forse pure Tommasini. Soltanto il parquet saprà dire le condizioni di forma di questi atleti come della squadra nella sua interezza. Biella, a differenza della Npc,  si presenta a Rieti in ottimo stato psico fisico. La serie play out sarà un bel rebus, ma l’auspicio è che la Npc possa uscirne vincente. La Real Sebastiani, a propria volta, è attesa da gara-4 a Jesi contro un avversario rivelatosi più scorbutico e tosto del previsto. Prescindendo dal risultato che, si spera, possa arridere al team amaranto celeste, ci si aspetta una vigorosa reazione dopo gli impacci palesati dalla squadra prima in gara-2 e, poi, in gara-3. Traini e compagni sono chiamati a dimostrare le proprie virtù che non dovranno essere soltanto tecniche, ma fisiche, agonistiche e, soprattutto, mentali. La Sebastiani più volte, nel corso della corrente stagione, ha evidenziato balbettamenti di rendimento, anche nel corso di uno stesso match, che in una squadra di tale spessore non sono ormai più perdonabili. Righetti ed i suoi ragazzi dovranno dimostrare la propria forza senza consentire a Jesi, come è accaduto in gara-2 e gara-3, di poter rialzare la testa e di crederci fino al suono della sirena. D’altronde non esistono alternative perché, se si vuole ascendere di categoria, serve vincere. Jesi, in fondo, è un ostacolo modesto se paragonato a quelli che potrebbero attendere la Real nelle eventuali, ipotetiche e successive partite di semifinale e finale. Per l’occasione Alex Righetti recupera Federico Loschi: ragione di più per non accampare giustificazioni o esimenti di sorta. (Valerio Pasquetti)

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi