Orvinio: Tutto pronto per il “polentone”

Gen 1, 2013 | Altre Notizie | 0 commenti

di Luca Giarrusso

Domenica, 3 febbraio, si rinnova l’appuntamento con il tradizionale piatto invernale realizzato seguendo le antiche ricette orviniesi. La prelibata sagra, divenuta nel corso delle edizioni un  riferimento fisso per tutti gli amanti della buona cucina tipica, quest’anno sarà colorata dalle maschere del carnevale, dopo che a causa delle scorse precipitazioni nevose gli organizzatori sono stati costretti a posticipare la data  di due settimane. Il team della giovane Pro Loco di Orvinio aprirà i battenti alle ore  12 ed il polentone, rigorosamente tagliato con filo su un piano di marmo, verrà servito nei tradizionali contenitori in legno, condito con salsicce, spuntature e cicoria ripassata in padella.  Potrà essere gustato all’interno della copertura, riscaldata, realizzata nel piazzale adiacente il Comune, dentro la quale troverà posto anche una orchestra per allietare l’evento con musica dal vivo.   La ridente cittadina arroccata sulle alture dei monti Lucretili vanta una atmosfera piacevole e suggestiva, il consiglio è quello di fare una passeggiata, prima o dopo il polentone, lungo le vie dell’antico borgo medievale. Varcato l’arco di accesso al borgo sarà impossibile non lasciarsi cogliere da una sensazione di spensieratezza dovuta alla pace e tranquillità propri del posto. Osservando le case, gli usci e l’ingresso di quelli che un tempo erano uffici governativi,  riportati agli antichi splendori con una sapiente opera di restauro, sembrerà che il tempo si sia quasi fermato. Lungo la via principale, a pochi metri dall’arco che conduce nel borgo, si erge un parapetto dal quale, sotto gli imponenti spalti del castello Malvezzi,  si estende l’immensa vallata del parco naturale regionale, dove lo sguardo può spaziare all’infinito. Volendo approfittare dell’aria buona per fare un pochino di esercizio fisico, si può percorrere l’antica scalinata del conventino la quale conduce alla chiesetta di Santa Maria dei Raccomandati. Costruita nella seconda metà del XVI secolo, la chiesa aveva anche annesso un piccolo convento, da qui il soprannome di “conventino”. All’interno della navata trovano posto affreschi, quali l’immagine di San Francesco, pazientemente restaurati e con buone probabilità realizzati all’epoca dai noti pittori orviniesi Ascanio e Vincenzo Manetti.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi