Altre Notizie

PROVINCIA DI RIETI ALLO SBANDO, AZIENDE IN GINOCCHIO

Rieti Virtuosa lo denuncia da un anno, finalmente il Re è nudo

L’Emergenza Terremoto sembrava aver ridato alla Provincia di Rieti una speranza di verginità: di fronte alle difficoltà che questi enti attraversano in tutta Italia a causa dei tagli del governo Renzi, il Presidente Rinaldi ha avuto buon gioco, nel suo ruolo nell’associazione delle Province italiane, a dissimulare la situazione di Rieti in quella generale.
 
Ma finalmente il Re è nudo.
 
Rieti Virtuosa da ormai quasi un anno denuncia l’interruzione di pubblico servizio a causa dello spostamento immotivato e contro legge di dirigenti e personale dai servizi essenziali. Sotto gli occhi di tutti la situazione di strade e scuole; meno lo è quello ambientale.
 
Da mesi chiediamo che amministrazione, sindacati, politici, ordini professionali si pronuncino: niente; e questo peserà sul giudizio che la città darà di questo Sindaco. Il Prefetto ci assicurò di averne interessato anche Zingaretti. Ma anche lì: niente.
 
Il Re è nudo, perché il velo di ipocrisia omertosa si è rotto. Si è rotto perché finalmente leggiamo la notizia che la direttrice della CNA Enza Bufacchi al tavolo riunito dal presidente Zingaretti a Rieti con le associazioni di categoria ha denunciato come ci siano “decine di richieste di autorizzazioni ambientali ferme da mesi e ora ammucchiate come viene dentro gli scatoloni; che dietro ogni pratica c’è un’azienda che aspetta, appesa a quel documento per sopravvivere o soccombere. Non è un’emergenza pure questa, per la nostra economia?».
 
Finalmente qualcuno riconosce che sì, il Re è nudo. Torniamo perciò a richiedere al Prefetto un incontro urgente, anche per conoscere quali intendimenti il Presidente Zingaretti abbia manifestato prima a lui e poi in quella sede.
 
Noi, come Rieti Virtuosa, torniamo a chiedere una azione atta a ristabilire con urgenza il servizio ai cittadini reintegrando gli organici in Provincia.

 

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*