Altre Notizie

Quando l’ignoranza supera la coscienza

di Giampiero Marianantoni, Rsa della Fibi Uila Uil

“Rispetto alle dichiarazioni diffuse dal Segretario della Camera sindacale della Uil, Alvise Casciani, riguardo al consorzio di bonifica, in qualità di Rsa della Fibi Uila Uil, tengo a manifestare la mia più totale dissociazione. Già in altre occasioni, sia lui che il Segretario generale Alberto Paolucci, sono intervenuti in merito all’attività del Consorzio della Bonifica senza mai interpellarmi per avere, prima di scrivere delle cose del tutto errate, come accaduto in questo caso, un quadro chiaro della situazione. Dal comunicato di Casciani, infatti, emerge sia la mancata conoscenza del ruolo e della funzionalità gestionale, sia dei tempi e dei modi dell’attività manutentiva del Consorzio. Il tutto non avendo chiara la distinzione tra le opere che il Consorzio svolge per conto degli agricoltori, utilizzando quindi i fondi frutto delle quote versate, e quelle che vengono pagate (o per meglio dire che dovrebbero essere pagate) dalla Regione Lazio. Al di là dell’attacco ingiustificato all’Ente, poi, quello che mi lascia incredulo è pensare che il segretario di un’associazione di categoria che, oltre alla tutela dei cittadini dovrebbe pensare a quella dei lavoratori, possa solamente pensare di avviare una sottoscrizione per chiudere un ente dove tante persone lavorano. L’unica cosa che il Segretario avrebbe potuto, con saggezza, osservare è che, nonostante al Consorzio possano essere mosse anche alcune critiche, è proprio grazie all’impegno dello stesso e di chi vi lavora, che i residenti della Piana reatina hanno l’opportunità di circolare e posteggiare davanti le proprie abitazioni le macchine e non le barche”.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*