Altre Notizie

“QUESTO NON E’ AMORE” – LA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE

In occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novembre 2017, anche nella provincia di Rieti, la Polizia di Stato ha intrapreso una serie di iniziative rivolte agli studenti al fine di sensibilizzarli alla cultura della legalità ed al contrasto della violenza di genere.

E’ così che il Questore di Rieti Dr. Antonio Mannoni, nell’ambito della campagna di sensibilizzazione “Questo non è amore”, promossa dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, sui temi della violenza di genere, ha disposto una serie di incontri con gli studenti della provincia di Rieti, che proseguiranno anche nel resto dell’anno scolastico.

Personale specializzato della Divisione della Polizia Anticrimine della Questura di Rieti, diretta dal Primo Dirigente della Polizia di Stato Dr. Giuseppe Cerni, si è recato, accompagnato anche da personale del Gabinetto della Polizia Scientifica, presso l’Istituto di Istruzione Superiore Luigi di Savoia, Sezione Istituto Agrario di Rieti il 25 novembre 2017 dove ha incontrato 80 attenti e entusiasti alunni di importanti temi di legalità soffermandosi, in particolar modo, sull’attività della Polizia di Stato attuata quotidianamente per contrastare i fenomeni di bullismo e violenza nei confronti dei più deboli.

Inoltre, nella mattinata del precedente 24 novembre 2017, personale dell’Ufficio Minori della Questura di Rieti si è recato a Passo Corese, Presso l’Istituto Aldo Moro, dove gli stessi temi sono stati esposti e dibattuti con circa 100 studenti dello stesso istituto superiore e del locale Liceo Rocci.

“Tali importanti iniziative di educazione alla legalità” ha dichiarato il Questore di Rieti Dr. Antonio Mannoni, ”devono diventare un impegno permanente della Polizia di Stato che deve contribuire a sensibilizzare tutti i cittadini, a partire dai più giovani, sull’importanza della legalità ed in particolare sul contrasto alla violenza di genere.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*