Altre Notizie

Refrigeri su finanziamento misura per i giovani del Psr

“La Regione Lazio ha stanziato altri 21 milioni di euro per aiutare i giovani agricoltori che vogliono intraprendere nuove iniziative. A seguito del successo dei finanziamenti erogati negli scorsi 5 anni che hanno permesso a 1278 nuove imprese agricole guidate da giovani di nascere in tutto il Lazio, di cui 178 solo a Rieti, la Regione ha deciso giustamente di finanziare la misura giovani, la 6.1, del Programma di Sviluppo Rurale.
In un momento nel quale cresce sempre più la domanda di prodotti biologici, a chilometri zero, di prodotti tacciabili e con una chiara connotazione territoriale e contestualmente l’innovazione tecnologica investe ogni ambito del processo di produzione e commercializzazione è necessario aiutare le aziende già esistenti a confrontarsi con le nuove esigenze del mercato ma anche favorire il ricambio generazionale dove possibile e incentivare il ritorno o l’avvicinamento di nuovi protagonisti all’agricoltura. Perché al giorno d’oggi l’agricoltura non significa soltanto produzione di beni alimentari ma vuol dire anche cura del paesaggio e quindi turismo e anche tutela del territorio.
Con questo strumento si vuole proprio favorire il ricambio generazionale nella gestione delle imprese agricole, incentivando anche i processi di ricomposizione fondiaria; promuovere tecniche innovative e agevolare l’accesso al capitale fondiario da parte di giovani agricoltori.
Il bando è infatti come sempre rivolto ai giovani agricoltori di età compresa tra i 18 e i 40 anni al momento della presentazione della domanda, che si insediano per la prima volta in un’azienda agricola di adeguate dimensioni economiche, in possesso di una propria posizione fiscale e previdenziale e di adeguate qualifiche e competenze professionali. I giovani agricoltori possono insediarsi come titolari di un’impresa individuale o in una società agricola (di persone, capitali o cooperativa), di nuova costituzione. Il sostegno concesso dalla Regione Lazio per l’insediamento è di 70mila euro, corrisposto in due rate, di cui la prima rappresenta il 70% dell’aiuto complessivo.”

Potrebbe interessarti anche