Altre Notizie

RIETI, PLUS: ECCO LO STATO DI ATTUAZIONE

Installazione ascensore pubblico e riqualificazione spazi Via San Pietro Martire

– Ditta esecutrice I.C.A. – IMPRESA COSTRUZIONI ANTONICOLI S.r.l
IMPORTO IMPEGNI GIURIDCAMENTE VINCOLANTI IMPORTO LAVORI A SEGUITO AGGIUDIC. ATTUAZIONE
1.636.575,71 1.269.822,39 30 %

I lavori sono stati consegnati in data 17.03.2014.
La ditta ha inizialmente proceduto a effettuare le opere di consolidamento del muro di sostegno a monte, verso piazza cesare battisti. Durante tali operazioni, a seguito della rimozione di uno strato di intonaco, sono stati rinvenuti i resti di una muratura di epoca romana, probabilmente costituente la antica cinta muraria. Sono stati effettuati appositi incontri con le competenti Soprintendenze, a seguito dei quali è stato concordato di modificare il progetto approvato, per individuare delle modalità di intervento compatibili con la natura storica di tale reperto, considerato che sono imprescindibili delle opere di consolidamento strutturale, prima di poter procedere agli scavi per l’alloggiamento del volume dell’ascensore. L’ipotesi in corso di elaborazione prevede la realizzazione di paratie a monte del muro, in sostituzione dei contrafforti in cemento armato, previsti in progetto, a valle dello stesso, che avrebbero occultato le murature storiche emerse.

Durante l’accantieramento, sono inoltre emerse delle strutture murarie, di minore entità, all’interno del lotto, perpendicolari al muro di contenimento su piazza Battisti, anch’esse oggetto di indagine archeologica per definirne correttamente la tipologia e datazione.
Per poter correttamente effettuare le necessarie indagini su tali strutture, è stato necessario realizzare la paratia adiacente alla muratura posta lungo la scalinata esistente (lato ovest) e l’apertura nel muro lungo via S. Pietro Martire.
I lavori sono proseguiti con l’ampliamento dell’area di indagine intorno al muro già individuato, al fine di poterne valutare la reale importanza dal punto di vista storico-testimoniale, nonché le interferenze eventuali con l’opera in corso di realizzazione e eventualmente elaborare soluzioni alternative. Durante tali attività, la Soprintendenza archeologica ha trasmesso una nota (prot.12350 del 31.10.2014) con la quale venivano sospesi i lavori, ritenendo necessario, prima di procedere ulteriormente, che venisse incaricato un archeologo con la funzione di coordinamento dei vari interventi in corso di esecuzione, ripartiti tra i vari appalti. A tale richiesta, le imprese affidatarie della realizzazione dell’ascensore pubblico e della riqualificazione di Piazza Battisti – Emanuele II, hanno dato risposta individuando un soggetto dedicato al coordinamento richiesto.
A seguito di tali avvenimenti, la Soprintendenza ha comunicato, con nota prot. 14442 del 17.12.2014, la revoca dell’ordine di sospensione precedente, prescrivendo la realizzazione di un indagine archeologica, relativa ai reperti rinvenuti nel sedime dell’ascensore.
A tal fine, in data 09/07/2015, con Deliberazione di Giunta Comunale n. 95, è stata approvata una perizia di variante, ai sensi dell’art. 205 c.4 del D.P.R. 207/2010.
Dalla ripresa, sono in corso le indagini di cui sopra, con in tempi e le modalità dell’archeologia e si sta documentando quanto rinvenuto. Allo stato attuale, per poter procedere in sicurezza, data la conformazione del sito in questione, sono state realizzate tutte le opere di contenimento del terreno previste dal progetto.
Alla luce dei rinvenimenti è già possibile constatare che il progetto, così come previsto, non potrà essere realizzato, pertanto è allo studio una soluzione compatibile sia con i reperti individuati sia con i tempi rimasti per l’esecuzione dell’appalto.

”Riqualificazione Piazza Cesare Battisti – Vittorio Emanuele II”
– ditta esecutrice ERAGON Consorzio Stabile

IMPORTO IMPEGNI GIURIDCAMENTE VINCOLANTI IMPORTO LAVORI AL NETTO DEL RIBASSO ATTUAZIONE
2.435.970,62 1.937.903,36 75 %

I lavori sono stati consegnati in data 17.03.2014, relativamente all’area di piazza Cesare Battisti; il cantiere è difatti organizzato per sottozone che verranno di volta in volta consegnate e portate al finito, prima di procedere a quella successiva, per tentare di minimizzare l’impatto del cantiere sul contesto del centro storico.
L’impresa, dopo gli opportuni tracciamenti, ha eseguito la rimozione dello strato superficiale di asfalto, per poi procedere allo scavo (di maggiore profondità) delle zone destinate al verde.
Durante questi scavi, sono stati rinvenuti dei reperti di varia datazione, tra i quali delle murature di epoca romana e una porzione di pavimentazione in mosaico.
Durante i diversi sopralluoghi con la competente soprintendenza, è emersa l’importanza di questi rinvenimenti, tale da farne ipotizzare un approfondimento, con una indagine archeologica ad hoc; dalle risultanze di tale attività specifica si trarranno le conclusioni circa la destinazione finale delle aree interessate.
Allo stesso tempo sono state effettuate diverse trincee esplorative al di fuori della aree destinate a verde, che hanno condotto alla intercettazione di ulteriori strutture murarie, quasi completamente afferenti agli immobili precedentemente presenti sul sito, e demoliti agli inizi del 1900.
Per portare a definizione gli interventi e le modalità operative in questo nuovo scenario, i lavori sono stai sospesi dal 26.05.2014 al 30.06.2014.
Durante la sospensione, per poter comunque ottemperare alle esigenze del finanziamento, è stata individuata una serie di accorgimenti tecnici nella posa dei sottoservizi, con il beneplacito della soprintendenza, tali da ridurre notevolmente la componente degli scavi nei vari ambiti e ridurre di conseguenza, le potenziali interferenze con le eventuali altre strutture antiche presenti.
Dalla ripresa dei lavori è stata realizzata nella sua interezza piazza Cesare Battisti e vicolo S., Anna, e la quasi totalità di piazza Vittorio Emanuele II, e dello spazio previsto nell’offerta economicamente più vantaggiosa di via della Fontanella, già riaperte al transito dei cittadini; attualmente la ditta sta operando su una porzione residuale di piazza V. Emanuele II, nella quale sono stati posati i sottoservizi e ci si appresta a pavimentare.
E’ stato liquidato il VIII SAL, per un importo complessivo di 1.360.213,42 € sul totale di 1.936.903,36 €.
E’ stato sottoscritto un contratto per opere complementari, necessarie per portare a compimento le indagine archeologiche avviate.
Alla luce di quanto sopra si può ipotizzare che i lavori saranno completati entro il mese di novembre 2015.

“Riqualificazione Largo M. Vittori”
ditta BLERANA EDILE
IMPORTO IMPEGNI GIURIDCAMENTE VINCOLANTI IMPORTO LAVORI AL NETTO DEL RIBASSO ATTUAZIONE
1.158.464,31 921.436,76 50 %

A seguito di bando di gara pubblicato il 16.09.2013 (ALL.01), il Comune di Rieti espletava la procedura di evidenza pubblica per l’appalto dei Lavori Pubblici in oggetto. Il criterio di aggiudicazione era indicato in quello di cui all’art 83 del D.Lgs. n 163/2006 (criterio dell’Offerta Economicamente più Vantaggiosa). La procedura di gara si concludeva con l’aggiudicazione definitiva alla ditta COGEB srl.
Successivamente all’aggiudicazione, ma prima della firma del contratto, venivano chiesti alla ditta COGEB srl alcuni documenti prodromici alla firma del contratto, dai quali il Comune riteneva di poter rilevare la sussistenza di quegli “elementi specifici” tali da far apparire anomala l’offerta in questione ed in ogni caso da suggerire l’avvio del sub procedimento ai sensi dell’art. 86 c.3 del Codice degli Appalti di valutazione della congruità dell’offerta.
Pertanto, previo avviso dell’avvio del procedimento,il Comune, con Determinazione n 272 del 5.3.2014, disponeva l’annullamento dell’aggiudicazione definitiva al sol fine di consentire l’espletamento del sub procedimento di cui all’art. 86 c.3 del D.Lgs. n 163/2006. La suddetta Determinazione, come anche l’avviso dell’avvio del procedimento, era impugnato dalla COGEB S.r.l. avanti il TAR Lazio con ricorso NGR 5236/2014. Il giudizio pende e non è stata disposta la sospensione dei provvedimenti impugnati.
Con la Determinazione Dirigenziale n.272 del 05.03.2014 citata, il Dirigente del V Settore, Ing. Maurizio Peron demandava il RUP, Arch. Fabio Palmari, di procedere con la verifica della congruità dell’offerta della ditta COGEB srl.
Il RUP, con nota n 46945 del 11.09.2014, relazionava alla Commissione di gara riportando le proprie dettagliate analisi e conclusioni in punto di incogruità dell’offerta COGEB S.r.l.
Per l’effetto, in data 12 settembre 2014, la Commissione di gara, all’uopo convocata, disponeva la esclusione della COGEB S.r.l. dalla gara e provvedeva ad indicare un nuovo aggiudicatario provvisorio, la ditta BLERANA EDILE.
A seguito delle verifiche previste per legge, in data 09.10.2014 si è proceduto alla firma del contratto in data 15.02.2015, e i lavori sono stati consegnati in data 18.03.2015.
Sono state effettuati i sottoservizi su gran parte delle aree consegnate e i relativi massetti di sotto pavimentazione; sono attualmente in corso le opere di pavimentazione di via Cintia e di largo Mariano Vittori.
Durante le fasi di scavo su largo Mariano Vittori, su una limitata porzione della piazza, sono stati rinvenuti alcuni reperti di origine antica, per i quali la competente Soprintendenza ha commissionato delle apposite indagini, in corso di espletamento; sulle restanti zone si sta procedendo con l’appalto.
Si può ipotizzare che i lavori potranno concludersi entro il mese di novembre 2015.

“Riqualificazione e riassetto viabilità polo culturale di S. Lucia”
– ditta I.C.A. – IMPRESA COSTRUZIONI ANTONICOLI S.r.l
IMPORTO IMPEGNI GIURIDCAMENTE VINCOLANTI IMPORTO LAVORI AL NETTO DEL RIBASSO ATTUAZIONE
218.753,65 175.115,52 15 %

I lavori sono stati sospesi a causa dei ritardi nella conclusione di un appalto di impianti, ora concluso, localizzato all’interno della stessa area, le cui interferenze non permettevano l’esecuzione di quanto previsto nel progetto finanziato. Alla ripresa dei lavori si è proceduto allo sgombero del materiale presenti e alla pulizie dell’area; dopo aver effettuato l’asportazione dello strato superficiale vegetale, si è constatato la presenza per circa 50 cm di profondità di terreno di riporto (derivante dai precedenti cantieri) non idoneo per la piantumazione, che dovrà quindi essere rimosso; per l’effettuazione di tali lavorazioni sono state reperite delle somme, a carico dell’Amministrazione Comunale, ed affidate le stesse alla stessa ditta esecutrice.
In considerazione del fatto che, nel frattempo, l’appalto di Riqualificazione di piazza Cesare Battisti – Vittorio Emanuele II, ha interessato l’area antistante l’ingresso del cortile interessato dai lavori, non risulta possibile dare concreto avvio agli stessi fino alla conclusione delle opere di pavimentazione, previsto per il 20 settembre.
Il contratto prevede il termine di 90 giorni, considerato anche il tempo per l’esecuzione dei lavori complementari, si può ipotizzare che i lavori potranno concludersi entro il mese di Novembre 2015.

INTERVENTI ICT
ditta esecutrice SINERGIS
Importi in €
1 IMPORTO COMPLESSIVO A BASE D’ASTA 1.165.000,00
2 SOMME ADISPOSIZIONE AMMINISTRAZIONE (IVA – SPESE TECNICHE)V 324.603,00
IMPORTO COMPLESSIVO (1+2) 1.489.603,00

In data 17.07.2015 è stata aggiudicata definitivamente la gara alla ditta SINERGIS, con il ribasso del 22,50%, con un importo contrattuale di € 906.900,93 oltre IVA

ILLUSTRAZIONE DEL PROGETTO
PIATTAFORMA PLUS COMUNE RIETI
Il sistema oggetto di realizzazione sarà costituito da sistemi tra loro eterogenei ma integrati in un’unica piattaforma. Nello specifico il Comune di Rieti intende dotare il proprio territorio con le applicazioni schematizzate nel seguente layout:

La realizzazione della piattaforma ha l’obiettivo di potenziare e semplificare la fruizione turistica e culturale della città oltre a rendere accessibili i servizi digitali dell’Amministrazione a tutti i cittadini e migliorare l’esperienza di condivisione e socializzazione. Ulteriore elemento significativo è rappresentato dall’apertura dell’Amministrazione al cittadino attraverso la pubblicazione di servizi web per l’implementazione di strumenti di e-governance/e-participation.
Una infrastruttura IT centralizzata consentirà di integrare tutti gli elementi di sistema quali: Wi-fi, realtà aumentata, video analisys, SIT ecc. La concentrazione in un ambiente fisico strategico all’interno dell’area target in cui si incontrano la componente materiale con quella immateriale mediante un portale d’accesso biunivoco a entrambi i sistemi, punto di integrazione e facilitatore.
Mediante l’utilizzo della piattaforma PLUS i fruitori dei servizi potranno accedere alla “Città in rete” all’interno della quale ruotano tutti gli interventi di interazione web tra il Comune di Rieti, cittadini e turisti. Una importante sezione della piattaforma PLUS sarà destinata all’implementazione della “realtà aumentata” e “Museo ICT” al fine di rendere unica l’esperienza interattiva sia per le visite turistiche a spazi urbani con rilevanza storica e sia per le informazioni ai cittadini.
Un’applicazione SIT (Sistema Informativo Territoriale) si articola all’intero progetto PLUS come il portale delle informazioni interne dell’Amministrazione al fine di consentirne interoperabilità tra servizi dell’Amministrazione, cittadini e professionisti.
Il layout che segue riporta la distribuzione logica dei principali servizi nell’ottica di implementazione presso il Ced del Comune di Rieti come punto di aggregazione:

ID DESCRIZIONE IMPORTO

B.01 Infrastruttura Server Storage € 100.000,00

B.02 Connettività wi-fi € 149.486,68
Hotspot e Antenne € 115.846,00
Installazione e configurazione € 33.640,68

B.03 Video sorveglianza Intelligente € 134.740,00

B.04 La città in rete € 397.600,00
Progettazione, sviluppo e test € 200.000,00
Fiscalità € 44.000,00
PORTALE COMUNE E E-PARTECIPATION € 56.100,00
I PORTALI D’ACCESSO € 50.000,00
TIMBRO DIGITALE € 47.500,00

B.05 Applicazioni per la Valorizzazione e la Fruizione dei Beni Artistici e Culturali € 245.343,32
Sistema Urbano di realtà Aumentata
Progettazione e test € 23.400,00
Sviluppo POI € 21.600,00
Sviluppo app € 16.450,00
Sviluppo CMS € 22.730,00
Percorsi aumentati e museo ICT
Progettazione e test € 25.400,00
Realizzazione contenuti e sistema di gestione € 26.600,00
Realizzazione delle installazioni interattive € 74.000,00
Percorso guidato per non vedenti € 35.163,32

B.06 SIT € 137.830,00

IMPORTO COMPLESSIVO € 1.165.000,00

AIUTI ALLE PMI

IMPORTO IMPEGNI GIURIDCAMENTE VINCOLANTI ATTUAZIONE
700.000,00 95 %

Sono state ammesse a finanziamento n. 40 domande, delle quali n.33 hanno fatto pervenire nei termini prescritti la documentazione richiesta per la rendicontazione, attualmente al vaglio del controllo di I Livello, n. 5 hanno fatto richiesta di proroga, come già comunicato all’Organismo di Controllo, prot. 47509 del 02.09.2015, e le restanti n.2 non hanno fatto pervenire alcuna documentazione.
Rieti, 19 ottobre 2015

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*