Rieti, urbanistica contestata

Mar 23, 2013 | Altre Notizie | 0 commenti

di CHICCO COSTINI

Essere buoni profeti con questa amministrazione comunale è fin troppo facile; in attesa di conoscere l’esito dell’assegnazione del servizio Informagiovani, la prima previsione espressa in tempi non sospetti si è subito avverata.

In una città in cui si è bloccato tutto, in cui costruire è diventata un’impresa, in cui si sono bloccati 30 piani integrati che avrebbero portato 140 milioni di euro di lavori, all’improvviso, quasi miracolosamente, compare un cartello di inizio lavori per un piano integrato! In via Mayorana, ad un giorno dalla scadenza  del Permesso di Costruire, piccolo piccolo compare il cartello dell’inizio lavori primo stralcio opere di urbanizzazione P.I.  ( PROGRAMMA INTEGRATO) Campoloniano.

Proponente? Fondazione Varrone e ATER.

Ed improvvisamente la giunta Petrangeli, contraria in modo ideologico allo strumento dei PROGRAMMI  Integrati, strumento a loro dire di palazzinari e speculatori, utili solo ad aumentare la cementificazione della città, cambia posizione e da il via libera al progetto.

Peccato che qualche problema sembra esserci: innanzitutto non è ben chiaro di quale inizio lavori si ci riferisca, ricordando che la legge prevede che si possa parlare di inizio lavori quando ci siano opere visibili ( L’inizio dei lavori idoneo ad impedire la decadenza del permesso di costruire può ritenersi sussistente quando le opere intraprese siano tali da manifestare un’effettiva volontà di realizzare il manufatto assentito, non essendo sufficiente il semplice sbancamento del terreno e la

predisposizione degli strumenti e materiali da costruzione (Consiglio di Stato, sez. V, 22-11-1993,

n. 1165; Consiglio di Stato, sez. V, 29-11-2004, n. 7748; T.A.R. Campania Napoli, sez. II, 25-09-

2008, n. 10890; T.A.R. Lazio Roma, sez II, 28-06-2005, n. 5370), e non un prato verde come a via Mayorana; secondo, se non ricordo male, questo piano integrato è in difformità con il piano regolatore approvato ed ora vigente, e l’osservazione che fu presentata è stata rigettata dai tecnici della Regione, e pertanto per andare avanti avrebbe bisogno quanto meno di una variante, da portare in consiglio comunale.

Ed allora come mai i lavori vanno avanti? Ma, sicuramente nulla a che vedere con  il fatto che tra i proponenti ci sia la Fondazione Varrone, i cui legami parentali e professionali con molti esponenti dell’attuale giunta è una pura coincidenza, e mai potremmo pensare che si sia usato un diverso criterio in questo caso.

Certo che oggi affermare che i Piani Integrati sono uno strumento demoniaco è un pochino più difficile … vero assessore Cecilia? O questo piano integrato è invece talmente di qualità e fondamentale allo sviluppo armonico della città, da forzare un po’ le norme?

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato da Google DoubleClick per registrare e produrre resoconti sulle azioni dell'utente sul sito dopo aver visualizzato o cliccato una delle pubblicità dell'inserzionista al fine di misurare l'efficacia di una pubblicità e presentare pubblicità mirata all'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 anno
  • Google

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Prova a stimare la velocità della connessione dell'utente su pagine con video YouTube integrati. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 179 giorni
  • YouTube

Registra un ID univoco per statistiche legate a quali video YouTube sono stati visualizzati dall'utente. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Persistente
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Memorizza le preferenze del lettore video dell'utente usando il video YouTube incorporato Tipo: HTML Local Storage / Scadenza: Sessione
  • YouTube

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi