Altre Notizie

SANITÀ, AURIGEMMA (FI)” ZINGARETTI LONTANO DAI PROBLEMI DEI CITTADINI”

“L’imminente campagna elettorale che sta coinvolgendo le forze politiche della regione Lazio deve basarsi principalmente sul confronto, su programmi e proposte. Invitiamo, quindi, il presidente Zingaretti a evitare di continuare ad offendere il buonsenso e i sacrifici che i cittadini del Lazio “compiono” quotidianamente, a causa dei disservizi a cui sono sottoposti da questa amministrazione regionale. Nella fattispecie, ci riferiamo all’enfasi con cui il Presidente ha annunciato oltre 200 mila accessi negli ambulatori aperti nel week-end. Vorremmo far notare al governatore che, mentre da un lato si aprono ambulatori per erogare delle semplici prestazioni sanitarie, dall’altra parte ci sono molti cittadini che aspettano da giorni nei corridoi dei nostri pronto soccorso per un posto letto, e che attendono mesi per interventi programmati. Per non parlare poi delle lunghissime liste d’attesa, che costringono in molti casi migliaia di cittadini a richiedere esami e visite in regioni limitrofe. Su questi aspetti, vorremmo che il presidente Zingaretti aprisse un confronto in modo democratico, pacato, responsabile, e non su quotidiani annunci che puntualmente non vengono rispettati. Tra le promesse non mantenute, dobbiamo ricordare la vicenda degli operatori Cup, con la regione che non ha rispettato gli impegni presi, e cosi facendo oltre 600 persone rischiano il posto di lavoro. Senza dimenticare, infine, i centri di riabilitazione (ex art 26) che, a seguito del nuovo decreto che entrerà in vigore a gennaio prossimo, vedono a serio rischio il proprio futuro”

Lo dichiara il Capogruppo di Forza Italia della regione Lazio e vice presidente della Commissione salute Antonello Aurigemma

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*