Cronaca

Lo sfogo di Eros Scagnoli: “per il Comune di Rieti sono un cittadino di serie B”

“I politici devono capire che quando fanno una promessa la devono mantenere. Questa non è una promessa ma un diritto civile”. Esordisce così Eros Scagnoli, disabile, di fronte ai ripetuti silenzi da parte del sindaco Petrangeli e dell’amministrazione comunale. Ad agosto avevano assicurato la realizzazione di rampe di accesso in via Chiesa Nuova all’altezza dei civici 5 e 11, ma dei lavori nessuna traccia. E dopo quasi un anno di silenzio assordante Eros Scagnoli non ce la fa più e denuncia non solo la mancanza di impegno ma la totale indifferenza nei confronti di quello che a tutti gli effetti è un diritto dell’uomo: “risulta impossibile oltrepassare i marciapiedi – dichiara amaro – le barriere architettoniche impediscono di accedere ai vari esercizi commerciali. La cosa che più mi fa specie è che se un commerciante intende aprire una nuova attività è tenuto a rispettare la legge sulle barriere architettoniche, ma il Comune non rispetta lo stesso criterio e non mette il disabile in condizione di potervi accedere, perché il marciapiede è alto circa 10 cm ed è praticamente impossibile. Ho fatto presente il problema a più riprese, da agosto 2013 nessuna risposta. L’Italia è un Paese di contraddizioni ma adesso basta”. Quanto si dovrà aspettare ancora?

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*