Altre Notizie

Si perdono sulle montagne reatine, ritrovati dalla forestale il giorno dopo

di: Luca Giarrusso

Due ventenni romani erano partiti il 19 scorso dal territorio di Poggio Mirteto per fare una escursione in montagna fino a S. Filippo di Contigliano godendo dei suggestivi sentieri naturali, tipici delle alture sabine. Colti dal buio della sera hanno, fortunatamente, trascorso la notte all’interno di un rifugio per riprendere la marcia ieri mattina, ma già nel primo pomeriggio avevano realizzato di aver smarrito l’orientamento e sentendosi persi hanno invocato aiuto alla sala operativa del Corpo Forestale innescando subito il piano di ricerche, affidato agli agenti della vicina Stazione di Contigliano. La zona impervia e con scarso segnale per i cellulari rendeva complicate le comunicazioni, solo in serata i due ragazzi sono riusciti a mettersi in contatto con le sentinelle verdi, i quali ottimi conoscitori del territorio, grazie ai riferimenti forniti dai dispersi sono riusciti a individuare l’area, tra dirupi e fitta boscaglia, dove si trovavano i ragazzi. Agli agenti soccorritori i due dispersi sono subito apparsi stremati, agitati e quasi disidratati, ma nel complesso in buone condizioni. Uno dei due si era ferito, non gravemente, ad un piede durante una caduta  dovuta anche al fatto che le calzature indossate non erano certo le più idonee, si trattava infatti di sandali, fortemente sconsigliati per le escursioni in montagna, i più indicati sono invece gli scarponcini a collo alto.

Ancora una volta la professionalità, la conoscenza del territorio, l’uso di sistemi  cartografici d’avanguardia (S.I.M.) e di cartografie appositamente  studiate per le emergenze, ma anche la determinazione che contraddistingue gli uomini e le donne del Corpo Forestale, hanno consentito di chiudere  con un lieto fine, un’avventura che per i due giovani ventenni romani, avrebbe potuto avere anche risvolti drammatici.

Il Comandate Provinciale, Gualberto Mancini, si è congratulato con gli agenti del Comando Stazione di Contigliano per la professionalità e la tempestività di intervento dimostrati, cogliendo  l’occasione per ricordare a tutti gli appassionati di escursionismo che:  “la montagna non va mai affrontata con leggerezza e un giusto equipaggiamento si traduce anche in sicurezza e confort. Inoltre si ricorda il numero verde di emergenze ambientali “1515” attivo 24 ore su 24 e gratuito sia da rete fissa che mobile”.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*