Altre Notizie

TARI, LE BUGIE DELLA SINISTRA IN CAMPAGNA ELETTORALE PER COPRIRE ZINGARETTI

“Le dichiarazioni dell’opposizione sulla Tari fanno rabbrividire e rappresentano una colossale bugia. Mettere in relazione una tariffa come la Tari con il Piano di riequilibrio può essere frutto solo di una stupefacente ignoranza amministrativa o di un palese tentativo di strumentalizzazione. Tari e Piano di riequilibrio non hanno nulla a che fare tra loro. Ci chiediamo: veramente questa sinistra ha amministrato un Comune capoluogo come Rieti negli anni scorsi? Per i più volenterosi basta andare a vedere come veniva calcolata la tariffa negli anni della precedente amministrazione. Ricordiamo inoltre, per l’ennesima volta, che l’aumento della Tari – nei casi in cui si è verificato – non dipende in alcun modo dalla volontà del Comune di Rieti ma è la conseguenza della maggiorazione della tariffa per i rifiuti conferiti alla discarica di Viterbo, seguita ad una sentenza del Tribunale Amministrativo del Lazio. L’aumento è conseguenza di un processo iniziato nel 2012 quando la Regione Lazio adeguò le tariffe di discarica, decisione contro la quale venne proposto ricorso al TAR da parte della società che gestisce la discarica di Viterbo che considerava inadeguato quell’adeguamento. Il TAR ha infine dato ragione ai ricorrenti, imponendo alla Regione Lazio l’adeguamento delle tariffe con conseguenze per tutti i Comuni, non soltanto per Rieti. Insomma, questa volta la sinistra reatina si è davvero superata nel travisare la realtà dei fatti”.
E’ quanto dichiarano il Sindaco di Rieti, Antonio Cicchetti, e l’assessore all’ambiente, Claudio Valentini.

Potrebbe interessarti anche