Altre Notizie

VAL DE VARRI, ARRESTATO IL PRESUNTO RESPONSABILE DELL’INCENDIO BOSCHIVO

romitello 05 Ago 2012 - Romitello, Palermo, incendio ai boschi sul monte Gradara, molte abitazioni sono andate distrutte dalle fiamme, nella foto un aereo canadair FERRARO p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate - romitello 2012-08-05 Romitello, Palermo, incendio ai boschi sul monte Gradara, molte abitazioni sono andate distrutte dalle fiamme, nella foto un aereo canadair Incendio ai boschi sul monte Gradara INCENDI - fotografo: Alberto Lo Bianco / Fotogramma / Fotogramma

Dopo circa 3 mesi di serrate indagini, arrestato dai Carabinieri Forestale di Borgorose e Rieti il presunto responsabile dell’incendio boschivo di Val de Varri di Pescorocchiano del 22 agosto.

I FATTI :
A seguito delle indagini avviate dai militari della Stazione Carabinieri Forestale di Borgorose e proseguite in collaborazione con la speciale Task Force operante presso il Gruppo Carabinieri Forestale di Rieti, e’ stato possibile risalire al presunto responsabile dell’incendio boschivo verificatosi in località “Val de Varri” in agro di Pescorocchiano, occorso in data 22/08/2017 e protrattosi per 12 giorni, interessando oltre 8.000.000 metri quadrati di superficie boscata ricadente tra i comuni di Pescorocchiano (RI), Borgorose (RI) e Sante Marie (AQ), il cui spegnimento ha richiesto l’impiego di squadre dei VV.F. provenienti dalle Provincie di Rieti, L’Aquila e Roma, nonché di squadre della Protezione Civile e mezzi aerei della flotta antincendio Nazionale e Regionale.
Il responsabile individuato in F.M., residente in Comune di Pescorocchiano, al quale è stato contestato il reato di cui all’art. 423 bis c. I c.p.., ovvero, delitto di incendio boschivo, può arrivare a prevedere fino a dodici anni di reclusione.
All’esito delle indagini il P.M. presso la Procura della Repubblica di Rieti, ha richiesto ed ottenuto dal G.I.P. c/o il Tribunale di Rieti un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita in data odierna dai militari della Stazione Carabinieri Forestale di Borgorose, coadiuvata anche da altri militari.
Alla persona arrestata, è stato altresì contestato di essere l’autore dell’incendio appiccato in data 03/11/2017 all’abitazione di proprietà dell’ATER, sita in Pescorocchiano, Via Marsicana n. 68.
Dalle indagini è emerso che alla base degli atti incendiari vi sarebbero presunte ragioni di natura personale, legata a rancori nei confronti terze persone.
Dopo un’estate “di fuoco” dal punto di vista degli incendi boschivi, questa è la terza misura cautelare ottenuta dalla Task Force investigativa dei Carabinieri Forestale di Rieti portata a termine grazie alla sinergia con la Procura della Repubblica di Rieti.
Dal Gruppo Carabinieri Forestale di Rieti fanno sapere che sono tutt’ora in corso minuziose e delicate indagini sui maggiori incendi che hanno funestato i boschi della Provincia di Rieti e che non si esclude possano sfociare in ulteriori provvedimenti da parte dell’Autorità Giudiziari di Rieti.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*