Altre Notizie

ZEUS NPC, PARLA IL COACH ROSSI: “CONTRO AGRIGENTO SARA’ UNA BATTAGLIA”

RIETI – La Zeus Npc parte alla volta della Sicilia per la prima di due trasferte assai impegnative fuori dal continente: Agrigento subito e Trapani a seguire. Gli amaranto celeste non hanno mai vinto nella “Valle dei Templi” e tenteranno, domenica, di sfatare questo tabù. Non sarà impresa agevole. Gli isolani vantano 12 punti in classifica, esattamente alla pari di Rieti, ma con una partita in meno. E’ quella non disputata alla quarta giornata e che sarà recuperata il prossimo 5 dicembre contro Treviglio, in Lombardia. In casa i ragazzi del presidente Moncada hanno superato alla prima Casale, poi Scafati, ma hanno ceduto nel derby contro Trapani, andandosi a riprendere i due punti persi al cospetto di un’altra siciliana: Capo d’Orlando. Latina e Torino si sono inchinate alla Rinnovabili che successivamente ha espugnato il parquet di Bergamo mentre Eurobasket, incredibilmente, nell’ultimo turno ha tirato lo sgambetto a Easley e compagni. “Siamo due squadre con caratteristiche simili: giovani, con tanta energia e che hanno avuto un buon inizio di campionato – così presenta il match il coach reatino, Alessandro Rossi – Agrigento dispone di esterni molto validi e pericolosi come l’americano James ed i soliti Pepe ed Ambrosin che conosciamo bene. Sotto canestro beneficia dell’esperienza di Easley e Chiarastella che hanno pure molta qualità. Ritengo che i siciliani vorranno imporre ritmi vertiginosi alla partita mentre noi dovremo esser bravi a controllarli e gestirli con pazienza. I risultati conseguiti fino ad oggi depongono per la bontà del team: hanno superato in casa Torino e Latina, hanno vinto a Bergamo. Insomma, sarà una battaglia”. Prima della contesa, che verrà arbitrata dai signori Terranova di Ferrara (I arbitro), Chersicla e Tarascio, la società Rinnovabili Agrigento premierà Jalen Cannon per i suoi trascorsi con il team del leader dell’energia eolica. Cannon, a sentire i commenti che giungono dall’isola, sarà il vero bau-bau di questa partita per i siciliani. Il giocatore americano sta vivendo una stagione straripante che lo osserva artefice di una costante crescita di rendimento (quarto marcatore con 20 ppg tondi, quarto nei rimbalzi con 9.1, primo come valutazione globale con 25.4). L’auspicio è che anche Brown possa dare un contributo maggiore e più corposo ai destini del team amaranto celeste giusto come si conviene ad un cestista americano perché, se così fosse, allora ritornare dall’isola con due punti in saccoccia non sarebbe utopia. (Valerio Pasquetti)

Potrebbe interessarti anche